Sogno di sabbia

Affondavo le mie mani nella sabbia… asciutta… I granelli mi solleticavano fra le dita, come  fossero vivi… Percorrevano  le mie falangi come cascate pietrificate… Rigagnoli di sudore stillato da terra mischiata col vento… Avrei voluto plasmare  la forma del mio sogno, dagli un corpo con la mia pelle strusciata sulla sua superficie… la tocco, iridescente e sottile… ruvida ed impalpabile … Continua a leggere

Assenza e assenzio

 Vi propongo un gioco…. Dall ‘incipit “assenza e assenzio” mi sono usciti 3 brevi scritti.. Mi piacerebbe conoscere i gusti di chi mi legge… tu, che stai leggendo ora, quale preferisci? Ti ringrazio per la lettura e  per la preferenza espressa… Come mi ha scritto la cara Goccia, l’ordine con cui sono state numerate non è casuale, è l’ordine con cui le ho … Continua a leggere

Quando scrivo…

Vorrei scrivere ogni giorno  in riva al mare… invece non succede quasi mai…  e lo scrivere è solo una piccolissima pausa che mi posso concedere nella mia convulsa vita… Quando scrivo l’inquietudine sembra placarsi di poco… Come un raggio di sole, il primo del mattino, che allenta l’artiglio di ghiaccio aggrappato alla notte… Sto disperatamente cercando qualcosa di me, dell’universo, dell’Amore… … Continua a leggere

Totem

TOTEM Dall’alba al vespero, il pensiero attende nell’eremo laico del giorno: volo in stallo, precipitosa caduta di stile o estetica perversa. Casta l’anima si spoglia nell’inganno della notte agnello sacrificale o totem per barare con Dio.