Il ricordo

  Vorrei chiudere gli occhi e riposare o solo dimenticare… Sento il vuoto intorno a me, la stessa sensazione di trovarmi sola, calata in un cratere da dove l’orizzonte non appare. Vorrei sognare o  volare, ma so solo riempire l’aria di ricordi su cui galleggiare perché ho paura … un’immane  paura dell’inconsistenza del  vuoto…             … Continua a leggere

Primavera

La danza della terra si compie uguale   nel cerchio perpetuo delle note ubbidienti ad un arcano maestro. Ritorna l’erba nel prato ma non pensare che i fiori compaiano  tutti insieme, non aspettare la risposta ultima alle tue domande. Non esiste una sola stagione per te non puoi cogliere Il significato intero della vita ma vivere l’istante di una viola sola.

L’abbraccio

Lo so, riconosco il tuo profumo di pelle matura, barba e tabacco, sento la mia carnagione liscia cercare la tua guancia ruvida… mi aiuto con le mani strette intorno al collo per stringerti più forte, per sentire intensamente la forma del tuo viso, la tua consistenza… vorrei attraversarti, tanto è la mia foga… la tua camicia bianca inamidata mi striscia … Continua a leggere

Domani

Non è tempo di piangere i miei piedi nudi. Scaldare la neve non servirà…   L’incommensurabile ragione del  vivere È chiusa in templi di ghiaccio…   solo un raggio di sole scioglierà il gelo e domani sarà primavera…    

Donna

Proprio perchè siamo donne tutti i giorni, oggi volevo dedicare questo post alla donna… e alla femminilità… come idea di accoglienza, grazia, eleganza, delicatezza, intelligenza, interiorità, bellezza… e tanto altro ancora… Continuamo il gioco? quale “poesia” vi piace o sentite più vostra?   1. Voci di donna, trasparenti gocce di rugiada perle dei prati…. Mani di donna, pensieri di farfalle danzanti nell’aria fragrante… … Continua a leggere

Life after life

Le palpebre potevano essere cucite tra loro. Serrate irrimediabilmente dalla forza sovrumana di un destino feroce. Ma il mondo si disegnava, sulle pareti della sclera. Proiettate nell’oscurità dei sensi immagini di un film senza sonoro. Venivano concepite da un cervello bradipo galleggiante  in un mortale veleno. Tutto era caldo intorno i colori, l’incenso e la luce tremolante delle fiaccole. Sentivo … Continua a leggere