Spirito libero

spiritolibero.jpg

Striscio la periferia della tua anima
la mia gelida preghiera sui gradini della cattedrale
dolore, senza lacrime
fuori da ogni luogo, lontano
mute sono le tue parole
le tocco come cenci cremisi stesi
su  nuvole bianche, orlate di nebbia
affido al vento ancora una volta il tuo nome
senza rassegnazione
tremo e attendo che tu rispondi
ti vedo curvo sul muro d’ombra
come fiato di una tremula candela
 sento che il tuo affanno ,
stringe un cappio attorno ai cuori chini su te
vegliano il tuo ultimo sonno
una burrasca oscura il tuo bel viso
uccelli neri incrociano orbite senza senso
gazze ladre di giovani amori e anime sagge
ne fanno bottino, fameliche:
rubini  color sangue  sono sparsi tra la sabbia
lacrime d’amore e di vita, sgocciolate via
disperata  raccolgo le pietre sparse,
 sono bei ricordi di sogni e sole
lentamente come lo sgranare di un rosario
li lascio cadere  in un’urna  di cristallo
la sigillo coi morsi della fame di vita
 non  sia che io possa smarrirne la luce
sono diamanti in un crepuscolo immortale

sopravvive il verde del prato,
 ma non ci credo ancora,
sei tu a dirmelo,
non siamo soli,
 io sento i frammenti
di vite passate che sfiorano le nostre  mani
per condurci, come ciechi nello smarrimento terreno
bruciano gli occhi,
in quella sera di limoni acerbi 
eppure ora, tu puoi guardare solo ciò
che noi vediamo
rifugiandoti  tra memoria e cuore
continua il tuo viaggio intrepido
 la tua antica saggia presenza
 dimora in noi, senza ormai più età
vive del tuo passaggio tra i nostri giorni
ora tu sei
un condottiero   senza nave
sui mari privi di  maree
sei un alito  caldo di vento sul mio viso
 e le tue mani  d’infinito
impastano con l’aria nuove forme
ci guardi e sorridi
vorrei amare
come hai amato tu la vita
questi brevi  istanti di travaglio
 che ancora ci dividono…

Spirito liberoultima modifica: 2012-01-07T01:29:03+00:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Spirito libero

  1. Mia cara… aspettavo questa ispirazione … che è arrivata come un fiume in piena… sono contento.. sono certo ti abbia fatto bene scrivere. Ci sono tante immagini che mi piacciono. Una fra tutte: i ricordi che passano nella mente come lo sgranare di un rosario: splendido! Un ode a chi non è più qui.. fisicamente.. gli istanti di travaglio che ci separano da chi non c’è più, altro non sono se non la vita.
    Un forte abbraccio

  2. Grazie per gli auguri della befana
    p.s. ho lavorato troppo quest’ anno , sono volata in cieli lontani… figurati che la scopa e piu’ stanca di me
    eh la vecchiaia avanza ogni anno che passa e’ sempre piu’ difficile ahhhah
    ciao, un abbraccio a presto

    scherziamo va….ciaoooooooooooo

Lascia un commento