Senza tempo

  Senza tempo,  sospesa Foglie esili meditano l’ultima danza gialli presagi o vanità delusa seccati dal gelo i sogni cremisi cadono sulla terra angeli di cera   Senza tempo, respira L’alba digiuna d’esistere, Privo di bocca l’alito della vita Cosa resta  sull’aia per l’inverno: Latrati di cane e arpie velate di nero   Senza tempo, sguardi Evitati da occhi in … Continua a leggere

Il viaggio fermo

Calpesto luoghi celesti dei miei padri non è la materia a reggere i miei passi ma il segreto nascosto nel mio cammino   Una pietra mi guarda come uno specchio opposto Non sono le antiche rocce della terra i sacri altari ma l’energia dell’ universo custodita in ogni atomo.   Condividiamo l’aria, la luce, siamo fantasmi di giorno e di notte: Né io, … Continua a leggere

gocce di sangue

  Ascolta le gocce d’acqua Fecondare la terra Risuonano come eco in una grotta E nel tuo sangue che sbatte nelle vene.   E nel sangue di ogni uomo Nasce il movimento dell’eterno respiro Pelle di tamburo battente Nel ritmo delle stagioni, viscere di terra.   Come urlo di mare il pensiero feroce dell’uomo Mia unica speranza di vita Aggrappata … Continua a leggere

Terra

Stava Agosto 2010     Che strana impresa  dedicarsi alle radici  del cuore umano.   Sfamavo il mio corpo nulla,era la mia anima a sentire freddo e fame.   Correva il pensiero destro nelle vene della Terra bruna   Cercavo un percorso raro dove mettere i  miei piedi.   Una sorta d’istinto sacro chiamava le mie mani tese sul petto … Continua a leggere

Mare di notte

Fa quasi paura il mare di notte… Tutta quell’acqua nera che sembra petrolio, lucido e oleoso… Mi aspetto pure di sentirne l’olezzo ed invece no… Profuma ancora di mare…  quel salmastro che tocca le corde della mia nostalgia fanciulla… Le onde diventano righe bianche che si muovono qua e la… stanche… Come se l’acqua nera della notte pesasse di più… … Continua a leggere

Totem

TOTEM Dall’alba al vespero, il pensiero attende nell’eremo laico del giorno: volo in stallo, precipitosa caduta di stile o estetica perversa. Casta l’anima si spoglia nell’inganno della notte agnello sacrificale o totem per barare con Dio.

Giorno della Memoria

Credi Ritornano i luoghi dove non sai l’acqua risale dalla foce alla sorgente e le montagne s’inabbissano nei mari.   Credi Mille voci sono dentro di me i loro volti mi hanno abitata nei secoli e ora dimorano nel midollo delle mie ossa.   Credi Cresce in me la colonna sonora al sopraffare della macabra danza sono un’eco ruvida e un tatto muto. … Continua a leggere

Seguo il volo di un aquilone

   Ho posato la mia anima su un aquilone colorato. Sembrava  privo di vita, giaceva sulla terra nuda e fredda. Un giorno ventoso e azzurro uno sguardo percorse i colori trasparenti e lucidi di sogni. Una corda di seta sottile lo animò bruscamente destando il sonno apparente. Corri, corri, anima mia… segui il fanciullo che è  in te… e vola … Continua a leggere

Essere o non Essere

  Pensieri sparsi ad alta voce… …Vorrei essere… ma potrò mai… essere quello che vorrei?  o perlomeno quello che sono? invento pensieri e i pensieri inventano me… Navigo a vista tra neuroni imbronciati. Mi sembra di essere traghettata sulla nave di Caronte nel limbo dei desideri negati… Pesco parole, come cadaveri annegati nella coscienza… le guardo ad una ad una… … Continua a leggere