HE

HE – lettera 5 numero dell’autoespressione Osserva la piccola apertura sulla lettera, dalla parte sinistra, in alto. Rappresenta lo spazio attraverso il quale entra in noi la luce di Dio.Il soffio che ha dato all’uomo la vita materiale e quella spirituale per renderlo simile al suo Creatore. Menzionata nella Bibbia: “Ed Egli soffiò l’anima vivente nelle sue (di Adamo) narici.” … Continua a leggere

BETH

La lettera BET rappresenta benedizione e creazione; dualità e pluralità, BET significa casa (BAYT), sono quindi luoghi in cui si ritrova se stessi, l’unità della propria coscienza e l’unione l’intimo ed allude sia al punto più santo della terra, (BET HAMIKDASH, il Tempio di Gerusalemme) sia alla casa dell’uomo, La differenza tra MIKDASH (tempio, 444) e BAYT (casa, 412) è … Continua a leggere

Lo squarcio

LO SQUARCIO Perduta in te ogni fede di gioia Cammino navate col cielo dipinto negli occhi Attraversando i sensi sopiti Ascolto i nudi passi d’angelo narrarsi alle mie memorie sorgive d’acqua sacra sparsa tra i cuori freddi di pietra le labbra baciano caste reliquie di sogni macolati la mente recita nenie preghiere di carta velina quel velo sottile sull’anima è … Continua a leggere

STANCA

Stanca   Asciugo il cielo anche quando non piove nella pozza d’acqua versata dai monti ghiacciati. Invito il mio sangue a capire il percorso che compie ad occhi chiusi obbedendo a regole sconosciute. Aspetto il mondo che smetta di girarmi attorno. Ho abbandonato  la giostra Voglio solo  il sonno….

Senza tempo

  Senza tempo,  sospesa Foglie esili meditano l’ultima danza gialli presagi o vanità delusa seccati dal gelo i sogni cremisi cadono sulla terra angeli di cera   Senza tempo, respira L’alba digiuna d’esistere, Privo di bocca l’alito della vita Cosa resta  sull’aia per l’inverno: Latrati di cane e arpie velate di nero   Senza tempo, sguardi Evitati da occhi in … Continua a leggere

Omaggio a San Francesco

    SORELLA MORTE Chiudo per sempre gli occhi ché Tu possa rilucere sulle mie palpebre E dar dimora della tua vita Alle mie  membra stanche Lascio il mio corpo alla nuda pietra Mi abbraccia come una madre Dolce  abbandono  a Lei Sorella, amata dell’anima mia. Sento scuotere l’ultima danza  del divino Cielo in me Lasciarla morire piano, piano Nel mio … Continua a leggere

Limbo

  La notte rincorre il giorno, la luce il mio profilo sui muri, un fuggiasco nasconde anche le sue ombre. Scale posate suggeriscono dubbie ascese asettico il muro bianco sigilla pensieri obliqui. Solo un’elica, può sorprendere il vento, sa predare la sua forza per volare lontano: la cerco nei tuoi occhi e nelle tue labbra care. Abbandona la matassa informe di … Continua a leggere

Idolatria d’infinito

 È solo idolatria d’infinito Questo mio cercare l’universo A sud-est della neve d’ agosto.   Aspettare un treno che non transiterà per me e mai su binari stesi come cadaveri   pensare al senso delle cose come a fantasmi capovolti di un niente srotolato sulla ghiaia.    abbracciare l’aria pura senza più ossigeno, come quella di marte ma qui sulla … Continua a leggere

Trasparenze a Rio Maggiore

Trasparenze a  Rio Maggiore   Vorrei dare al mattino gli occhi azzurri del mare. Posare nel tuo sguardo la profondità dell’acqua. La via dell’Amore restituisce miracoli riflessi come solo gli scogli sanno farsi accarezzare … Bagnanti in attesa dell’onda spezzano le voci su e giù ansanti in viottoli di sassi e passi lenti. Case aggrappate come bambini da svezzare. Terrazze … Continua a leggere