Mi presento…

8d3139585aee6d76fd9fd0d53476f7f9.gifMovimento, sprazzi di luce, sprazzi di colore: giallo, arancio, rosso cupo, nero… Una farfalla, proietta i suoi contrasti nell’azzurro profondo e terso, dispiega le ali e le ritrae veloce. Nel contempo crea una spirale intorno ad un raggio di sole posato sul più bel fiore del giardino. Le nubi bianche disegnano coni d’ombra sui profili delle cose che cambiano umore al passare del sole. Ora è illuminata e felice, ora è triste e solitaria: luce e ombre, bene e male, gioia e dolore, amore e odio… il suo volo è libero… libero di sperimentare il chiaro e lo scuro… di volare, sorvolare, posarsi, respirare il profumo del fiore, assaporare la dolcezza del dono di una corolla aperta… ed instillare il suo seme nel pistillo adorno. Dare e ricevere, nulla sarà sprecato, nulla accumulato, la farfalla disegna grandi cerchi nell’aria. Ogni gesto si ripete, la vita continua…Ed io? Sono una farfalla? O sono una donna sottile con ali al cuore? Lo sguardo intenso dietro il vetro caldo colpito dal sole, le mie membra immobili, le mani rilasciate nel grembo… mi chiamo madame butterfly, dicono che sia una scrittrice… ma per me non è così… scrivo per bisogno, scrivo per piacere, scrivo per volare come una farfalla…
Madame butterfly ama vivere guardando dalla finestra della sua casa sulla darsena di un lago quieto. Sa che il frangersi dei suoi pensieri tra le ombre del suo giardino ritorna come una risacca sul suo viso disegnando bagliori d’oro ed animando le mani di un moto perpetuo sui tasti…
La mia mente lieve con un volo d’angelo si libra tra le ali della farfalla o è la farfalla che s’impossessa della mia mente…
Il suo od il mio volo si anima di un nuovo guizzo… ed il mio sguardo d’improvviso si apre ad un nuovo mondo:
E’ come se avessi acquisito una nuova dimensione. Tutto è grande, stratosferico. La mia anima naviga leggera a destra a sinistra, in alto e in basso, dentro e fuori, senza soluzione di continuità…
Sento i colori dentro di me, fuori di me… sento l’aria fresca e leggera danzare intorno a me… respirare dentro di me, mi abbandono…
Assaporo il mio volo libero: il silenzioso fruscio del vento è musica per la mia anima, il suo dispiegarsi nell’universo è la voce…
Vorrei visitare lieve, coi miei pensieri ogni fiore di ogni angolo del mondo, posare dolcemente le mie emozioni sulle corolle dischiuse, per me prenderei solo il riflesso dei colori, la fragranza dei sapori, la morbidezza lasciva dei petali vellutati. Restituirei questo splendore, sussurrando, insieme ai palpiti sottili della brezza del mattino, il mio messaggio d’amore…
La mia voce, la voce dell’umanità, la voce dell’anima…
Madame Butterfly.

Mi presento…ultima modifica: 2007-08-09T20:32:08+02:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “Mi presento…

  1. Ti ringrazio per la visita ed il commento lasciato nel mio sito.
    Sono felice di conoscerti perchè leggendo i tuoi scritti, si rivela una personalità dolce, sensibile e delicata.
    Spero che continueremo a frequentare i nostri rispettivi siti.
    Intanto ti ho aggiunto tra i miei preferiti in attesa che si consolidi una bella amicizia, seppur virtuale.
    Un abbraccio
    Francesco

  2. Grazie per il passaggio e per i complimenti che hai lasciato, in tal modo sono potuta arrivare fino a te, anzi è meglio dire fino a qui… fino a te è un tantino prematuro… una gran bella descrizione di te e del tuo essere farfalla, e del perchè tu scriva: “scrivo per bisogno, scrivo per piacere, scrivo per volare come una farfalla…” è una frase che sento particolarmente vicina a me ed al mio essere, così come questo tuo modo di scrivere… inoltre come non apprezzare una madame butterfly, io che ho una farfalla tatuata sul polso per non dimenticare mai… ti lascio il mio saluto e tornerò a trovarti per leggere l’evolversi di questo incontro virtuale… ciao Mai.

  3. Ciao dolcissima creatura, preferisco iniziare a parlare con te qui dove ti presenti. Il tuo modo di scrivere e di trasmetterti è celestiale, altro che farfalla, tu voli proprio in alto ^__^, sai come mi sento leggendoti? Incantata. Passerò spesso da qui, un abbraccio forte,
    Elena

  4. Credo che chiunque scriva lo faccia per bisogno e per poter volare. Senz’altro è un piacere ma, per quanto mi riguarda, spesso è anche un processo molto doloroso. Dare alla luce uno scritto, o una composizione musicale, implica necessariamente passare attraverso un travaglio, almeno per quella che è la mia esperienza. Tuttavia, non riesco a farne a meno. Ho bisogno di lunghe pause, ma poi il desiderio di una nuova nascita ha il sopravvento. Non so se puoi capirmi….. In ogni caso: complimenti vivissimi. E’ un piacere leggerti. Come vedi sono partito dall’inizio. Ci vediamo al prossimo post.
    Anam

Lascia un commento