Un nuovo giro di giostra…

a0090e5c02eb8d007a6811fd52e4c21f.gif 

“La farfalla non conta gli anni ma gli istanti: per questo il suo breve tempo le basta”. Tagore

 

Madama Butterfly pensava alla sua storia e alle parole di Daruma
Il suo sguardo seguiva docile  il volo lieve e colorato di una farfalla…
Allungò lieve una mano e dolcemente vi si posò tra le dita…
Come se un sottile filo le legasse…una all’altra…
Madama cominciò ad osservarla…
L’accarezzava con i suoi pensieri assorti…
Una vita… da farfalla per me…
con i tuoi colori addosso…
immaginarli nella mente…
sognarli nell’intimo…
annusarli, assorbirli nell’anima…
…Ma la farfalla fu bruco
ha strisciato, ha serpeggiato tra sassi e rovi…
ha sofferto…
Si è celata in un delicato bozzolo di seta…
Costruito istante dopo istante intorno a sé…
Non voleva più soffrire ed ha chiuso il mondo fuori…
ascoltava il suo silenzio in quel dolce nido scuro:
dormiva i suoi sogni…
tacitava la sua anima…
ascoltandone  i suoi moti…
ma piano, piano mutava….
spogliandosi del suo peso…
ha trovato in fondo, in fondo al suo cuore
la forza di amarsi,
di aiutar melodie a sciogliere i nodi intricati
che interrompono un cammino…
di aiutar pensieri ad appianare azzardi
che intravedono la via…
Devota soltanto agli istanti che
creano meraviglia al suo cuore…
un giorno d’arcobaleno e sole
si dischiuse alla vita…
si sentiva leggera   e voleva volare…
nell’azzurro del cielo più blu…
Ti prego vola farfalla, vola via dalle mie mani…
Non aver paura…
Non aver paura di essere felice…
Il male di Madama è di aver paura …
ci si attacca ai doveri, al giusto e sbagliato…
come se ci fosse l’ago della bilancia in un mercato che non paga…
ma in realtà si ha paura di se stessi, terrore di incontrare i propri limiti…
diffidenza a misurare le proprie forze…
 
Madama si rivede bambina con un fiocco rosso a pois tra i lunghi capelli lucidi e scuri nel cielo
sul destriero di una giostra che gira… un carillon dolcissimo accompagna i perimetri
della sua mente fanciulla che sogna lontano un castello fatato…
La gonna corta le si gonfia intorno come un palloncino colorato, ad ogni giro…
e le par di volare accarezzata dal vento..
La fiaba è vicina, ma non la puoi toccare…
Ed una coda le passa davanti, chiede di essere afferrata…
Sembra una strega che le lancia i suoi strali…
Con lo sguardo maliardo li ritrae…
E poi di nuovo la felicità è li, davanti…
Non aver paura piccina mia…
Allunga la mano… osa…
Non fosse altro che un nuovo  giro di giostra…

Un nuovo giro di giostra…ultima modifica: 2007-11-05T22:11:21+01:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

38 pensieri su “Un nuovo giro di giostra…

  1. Strano… da Tagore mi sarei aspettato “La farfalla non misura il tempo: per questo la sua breve vita le basta” 🙂

    Cara DarumaFly… Molti anni fa’ scrissi una poesia che ho riportato un po’ di tempo fa’ sul mio blog. A leggerla ora è “senza pretese” ma il suo significato mi è sempre attuale: spesso non è paura dei propri limiti, è ignoranza nel non saperli riconoscere, nel vederli dove non esistono…

    http://wolfghost.splinder.com/post/13892019/Una+mia+vecchia+poesia

  2. Madama… in fondo la vita è un giro di giostra… Tutti abbiamo PAURA di essere felici per quello che siamo… ci aggrappiamo alle pietre per non volare.. disperatamente… e le pietre, pian piano, ci schiacciano. Ma la tua anima, quando ti leggo, mi pare sappia volare.
    Nice day
    Daniel

  3. Bellissimo questo tuo post. Bello e significativo per me. Io i miei limiti ho imparato a conoscerli sperimentando. Non sempre ho vissuto così come ora… anzi, mi sono nascosto a lungo e nascosto bene.
    Poi ho imparato il gusto di rischiare e ho scoperto che non è detto che la farfalla sia davverò così delicata da non superare un temporale.

    Un bacio amica mia.
    Robby

  4. Bellissimo il tuo post,molto..ma io ricordo un altro giro di giostra,che mi ha messo una forza dentro per similitudine ai miei problemi,quello di Tiziano Terzani….scusa se sono fuori tema,ma in quel racconto ho trovato un pò di forza e non piangermi adosso..Ps non volermene se mi sono intromessa ho trovato il tuo link nel commento di Robby,..un caro saluto

  5. Ps..le farfalle le amo.e vivo ogni giorno come loro.come fosse l’ ultimo.mi dà il coraggio che non potrei avere nell’ ipotecare il futuro,ho imparato a prezzo molto alto..la precairetà dei giorni,,mi piace..non dover attendere il domani..ogni sera..mi addormento,e ogni mattina “saluto al sole” che senso di libertà….

  6. X WOLFGHOST i talenti a volte li teniamo nascosti oppure li ignoriamo… e così rimaniamo al palo…

    X FRANCESCO, non voleva essere malinconico il post, piuttosto un incoraggiamento ad afferrare le vita e quello che offre… Un caro saluto…

    X DANIEL grazie Daniel per l’incorraggiamento, nice week anche a te!

    X ASGARD una danza per cogliere l’essenza e la luce della vita…

    X ANAM si, forse quando ho scritto il titolo del post mi sono ricordata del libro di Terzani, che ho trovato molto edificante per me… ma nel post il giro in giostra ha una sfumatura leggermente diversa…

    X ROBBY hai ragione Robby, se crede nella sua forza, la farfalla sopravvive ai temporali… e pure agli uragani…

    X DELFINO, sei la benvenuta, i commenti per me sono molto preziosi… sono contenta che ti piacciono le farafalle…

    A tutti saluti e sorrisi…

  7. Quando una persona compie un movimento o assume un atteggiamento si attivano in lei dei neuroni cerebrali oggi visibili attraverso la RMF (Risonanza Magnetica Funzionale) e la PET (Tomografia a Emisione di Positroni). Quando uno di noi osserva quel movimento o atteggiamento, senza saperlo attiva in se stesso quei gruppi di neuroni (neuroni-specchio dell’area premotoria cerebrale) speculari che presiedono allo stesso movimento come fosse l’osservatore stesso ad eseguirlo. In questo modo siamo in grado di predire l’intenzione della persona osservata, attraverso una "teoria della mente". Questa capacità di predire è assente nell’autismo, nella sindrome di Asperger, e molto danneggiata nei borderlines. L’empatia cioè la capacità di sentire ciò che prova un altro, si basa sull’attività del sistema dei neuroni-specchio, che ad esempio si attivano allo stesso modo dell’altro di fronte a una sua espressione facciale o atteggiamento. – Quando assistiamo a certe scene "forti" o a determinati comportamenti in tv – i nostri neuroni-specchio si attivano come se le scene osservate le sentissimo emotivamente e le agìssimo noi stessi: in pratica (da un punto di vista psicoanalitico) le viviamo dal di dentro partecipandone emotivamente come se fossero reali e noi esecutori in prima persona.

  8. cambiamenti interiori ed esteriori… siamo tutte farfalle sbocciate da un bozzolo… ieri piccole e fragile e domani ancora fragili ma un po’ più grandi… ed in questa vita che è un eterno giro di giostra ci sono momenti in cui scendiamo un attimo per riprendere fiato e poi di nuovo su… e via “altro giro altra corsa” sentivo gridare da piccola ed ogni volta scendevo dalla giostra dei cavalli avevo paura di non poter risalire… invece poi c’era sempre un altro giro…

  9. Terzani mi ha aiutata molto,coraggioso nella malattia,uomo che ha vissuto come voleva..
    ma,devo dire un ma,io ho conosciuto persone morte di cancro,e altre che lottano,non fraintendermi,ti prego..ma lui ha potuto scegliere..anche nella morte,di non lasciare nulla di intentato..molte persone che incontro nelle anonime corsie,,non sempre le è dato di poterlo fare….
    un bacio

  10. XSFreud grazie per l’esauriente spiegazione.

    XMai Un nuovo giro in giostra da bambina non ricordo d’averlo mai vinto!

    XNotimetolose grazie per quest’immagine gioiosa che mi rimandi…

    XDelfino hai ragioni sulle possibilità che ha avuto Terzani… ed altri non hanno scelta… ma non credo sia questo il punto… Lui è guarito nel momento in cui ha deciso di lasciare che sia…

    XIl parra proprio così forse l’immagine della giostra è proprio quella più consona alla circolarità dei nostri gorghi…

    Grazie a tutti per il passaggio…

  11. Leggo il tuo commento sul mio Blog e non posso che concordare: le cose cambiano e nulla resta come prima. Credo sia bello nonostante queste certezze che la vita ci ha dato, continuare per un istante a credere che, almeno per una volta, si possa essere l’eccezione che conferma la regola…
    Robby

  12. La farfalla quando esce dal suo bozzolo nulla teme, nemmeno di posarsi sull’essere umano, quasi sapesse che l’essere umano in questione non può che essere felice di avere una simile perfetta creatura che gli zampetta sul braccio ^_^. La sua dimensione di assoluta libertà è senza spazio e senza tempo, così dovrebbe essere la nostra anima, nulla temere poichè ogni cosa E’ Perfetta così come E’. Sperimentare dunque se stessi sempre, nell’Amore e senza paura ;), un abbraccio tesoro :)))

  13. X Wolfghost: ho letto il post. che mi hai indicato…. la comodità della mediocrità… senza lode e senza infamia… Gli ignavi Dante nel III canto dell’inferno… C’è da riflettere…

    X Robby: è bello quando la speranza è l’ultima a morire…

    X Francesco: Saluti a te… carissimo…

    X Elena: è bellissimo questo commento, mi commuove… sento molto affetto e molta partecipazione nelle tue parole… Ti abbraccio anch’io carissima…

    X Doppiacifra: mi piace quando lasci segni del tuo passaggio…

    Sorrisi a tutti…

  14. La sensibilità di alcune donne è eccezionale. Trovo altrettanto eccezionale la tua.
    Grazie per avermi fatto vivere per un minuto nel tuo mondo sorretto dalla delicatezza di un volo, da una semplice carezza, dai colori una farfalla. Hai fatto immergere anche me in sogni e pensieri che affiorano dopo aver strisciato come un verme fra le cose basse e torbide. E’ vero, per raggiungere un fiore ed apprezzarne il profumo a volte occorre camminare sul fango, per spiccare un volo occorre prima imparare a strisciare sulla terra, e per apprezzare il mondo occorre anche sapersi chiudere in sé per poi venir fuori rinnovati dentro.
    “Il male di Madama è di aver paura”. Non bisogna averne. Tutto ciò che ci è dato occorre viverlo fino in fondo, senza pregiudizi, senza allarmismi inutili, esagerati. E’ forse così che si tocca, almeno per qualche istante, la felicità.
    Grazie meravigliosa farfalla per i preziosi doni che, come in un bozzolo, sono custoditi nel tuo brano.
    ULTIMOSEGRETO.

Lascia un commento