Lei riflette…

1c1865fa2454a104fbdb7af176660168.jpg

Questo è l’inizio del tuo giorno. La vita è più complicata di quello che sembra. Sii sempre te stessa lungo la strada. Vivendo fino in fondo lo spirito dei tuoi sogni. (Dolores O’Riordan)

 

Madama butterfly ama la sfida…
…la sfida dello sguardo
quando è fisso…
quando non trascura…
Di quegli occhi scuri di chi ha visto altri cieli…
Quella sensazione d’intimità che dagli occhi passa alle parole…
Sente che le piace, che l’attira…
Tanto quanto la confonde,
come forte il turbamento del presentimento della fine….
Giocare con le parole, sul filo, sapendo di poter cadere…
provare lo stesso brivido di trovarsi sull’orlo di un precipizio,
percepirne gli abissi ma sentire ancora il terreno fermo sotto i piedi…
avvertire la vertigine della caduta…
e nulla ancor  si muove intorno a lei…
è una lotta surreale un crescendo di voci sussurrate…
 Che le fa provare quella segreta percezione di pericolo…
Quello della preda che nel fuggir guida la caccia…
 pensieri trattenuti da puntini…
provare quella voglia silenziosa e muta…
Sentirsi prima del respiro…
Più dentro del respiro…
attendere nei sospiri…
sentire il freddo profilo della lama  sapendo di poter ferirsi
o raggiungere la sponda del piacere…

E’ un gioco tra le teste,
dove solo l’anima  può conoscere la chiave per scardinare le sue difese…
 
Una voce improvvisa con le note cercate da sempre:

“Nella testa risuona
un rumore di cocci infranti
 e il liquido
rosso del cuore
a fiotti
irrorare
il risveglio
dei sensi.” (Maresa Baur)
 
Daruma le disse… Ti propongo un gioco, continua il mio racconto…
Madama butterfly legge veloce, è turbata… 
 preferisce non rispondere, vorrebbe indugiare a lungo…
l’attesa è  fagocitante di ore e pensieri…
Madama butterfly respira le pause come fossero ossigeno,
 si nutre di  speranza come cibo quotidiano
ascolta la sua anima come un canto
… e la vita continua…
 
Madama pensa… riflette davanti allo specchio: è notte di sogni negati e di nuovo giorno…
Ora è desta…
…E scrive la sua mail…
 
E’ inutile Daruma… se continuassi  il tuo racconto erotico, lo farei  al solo scopo di compiacerti per continuare il nostro dialogo…
la mia dignità vale più di ogni dialogo… e tu?  non sapresti  che farne di una che scrive quello che vuoi solo per ottenere una risposta… l’attenzione…
Mi sento troppo grande, troppo adulta per queste cose… non ho bisogno di comprare la tua attenzione, ne l’attenzione di nessuno… so nutrirmi da sola… mi voglio bene abbastanza da sola…
I miei racconti, se mi impegnassi , sarebbero anche carini, ma non sento il desiderio di scriverli…
Lo spirito si rifiuta… posso desiderare un corpo caldo che ha le tue sembianze… ma non desidero ancora il tuo corpo… percepisco labbra smaniose… ma non sono le tue… sono labbra maschili e basta… desidero brividi tra la pelle, uno sguardo fisso nel mio… l’immagine potrebbe coincidere con la tua, le mani hanno la forma delle tue… ma no, ancora non sei tu…
Che efficacia avrebbe tale racconto… manca l’essenza… manca l’anima…
Allo stesso modo, sento il tuo messaggio molto erotico… ma mi sembri un attore che recita la sua parte… puoi anche essere bravo… ma la sento falsa e distaccata… una recita… stai ripetendo il tuo copione… conosci bene la tua parte…
Presti il tuo corpo… la tua mente ad una sceneggiatura ed una regia ben orchestrata da anni di prove e riprove… cambiando pose, teatri, attrici… ma tu non ci sei… la tua essenza non partecipa…
Non la sento… Ora.

L’hai lasciata a zavorra per abbassare ancora una volta il tuo baricentro… e cadere sempre in piedi…
Daruma… chi non impara a volare alto… avrà sempre una visione parziale delle cose…
bisogna staccarsi  dalla terra… per avvicinarsi ai sogni…

Daruma rispose:  le nostre strade si dividono… e non scrisse più…

Madama non è triste… delusa, forse…
Cercando la via… la  sua via è  un’altra…
 
Madama ora ha quelle poche righe davanti a sé … sfocano, sfumano e s’allungano
in un tappeto che si  srotola davanti a lei, formando un sentiero soffice di erba appena tagliata, ne sentiva perfino il profumo fresco, segnava un percorso leggermente in salita ma ben tracciato,  ai lati… degli alberi a forma allungata, con allegre foglioline mosse tra i rami snelli rivolti verso l’alto… e al termine del sentiero una panchina di pietra grigia…
Il classico pensatoio dei parchi settecenteschi….
E Madama era già lì… con la sua vita in mano…

Lei riflette…ultima modifica: 2007-11-20T22:03:52+01:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

42 pensieri su “Lei riflette…

  1. Qualcuno mi ha detto che entrare nell’età adulta comporta la morte dei propri sogni. Non aggiungo altro. Getto solo un sassolino nello stagno; forse si allargherà qualche cerchio in fase di commento… Spesso sogno è solo sinonimo di illusione. Ma è anche vero, come si suol dire, che i sogni son desideri e così la questione si complica alquanto.
    Come già sai, ai miei sogni ho dedicato un requiem dopodiché non ho più scritto nulla. Tu che sei sempre stata così brava a leggere tra le righe sai sicuramente di cosa sto parlando e anche che la mia storia è molto diversa dalla tua.
    Questo post che sembra essere un epilogo potrebbe rendere possibili altri voli e altre mete, altri paesaggi inesplorati.
    Non fermarti. Se lo desideri continua a volare. Per me sarà sempre un piacere leggerti. Buon viaggio.

  2. Questo post esplode di malinconia, di vita e di riflessione… di te.
    Sai, a volte le persone non sanno aspettare… non sanno capire… che ogni percorso è così totalmente personale… preferiscono recitare copioni… scritti da altri… risulta più facile… camminare su percorsi già segnalati… lungo direzioni già indicate… aiuta molto riconoscersi nella esistenza altrui… come avere già risposte per i quesiti…
    In realtà ogni anima è a sé e non è affatto facile continuare il racconto di altri… c’est n’est pas possible… occorre una visione individuale per scoprire davvero qualcosa… e vedere dall’alto.

    Sì Fly, hai ragione. Occorre stare nel mezzo. Fra la nostra anima e il mondo degli altri. in equilibrio empatico. La sensibilità, se non controllata, rischia di esporre l’anima a continue ferite. Curioso che anche tu ti stia interessando alla questione dei neuroni specchio… è una storia che mi ha colpito assai.
    Se le mie sono doglie pre-parto… deve essere un parto molto doloroso…

    Grazie, grazie davvero, Fly

    Daniel

  3. Fly, voglio dedicarti,queste parole di Friedrick Nietzsche: “Non siamo esattamente in questo-dei Greci? Adoratori delle forme, dei suoni,delle parole? Appunto perciò …..artisti?”
    ciao, fiore
    P.s.ti ringrazio per le tue impressioni,sul mio dipinto, mi ha colpito moltissimo, la tua capacità introspettiva…(come un libro aperto).

  4. A questo post ci si dovrebbe dedicare un bellissimo ed approfondito commento, per ora mi limito ad inchinarmi davanti ad una DONNA che sa rendere preziosa la sua autenticita’, punto!…..E qui mi fermo, lasciandoti un affettuoso abbraccio, Alessandra

  5. X ANAM Vorrei continuare a sognare… in ogni caso…
    Si, questo post è un epilogo… Ora il blog deve trovare una nuova dimensione,
    qualcosa di nuovo da scrivere… ho alcune idee, ma non so ancora quale prenderà il sopravvento… lascio che sia…

    X Daniel sei così caro, lasciamo che sia solo una favola che mi ha fatto bene raccontare… tutto qui… Riguardo al parto e al dolore mi viene quasi da scrivere un post.

    X Fiore, grazie per la dedica e complimenti a te per le i tuoi dipinti…
    Ho una curiosità, mi chiedo quale libro aperto io abbia letto, di fronte ad un opera d’arte mi pongo sempre la domanda, qual è il pensiero dell’artista espresso nell’ opera, anche se indubbiamente questa lettura può riflettere il mio sentire personale. La domanda è quindi: la mia interpretazione si avvicina al tuo pensiero? o è solo introspezione personale?

    X Alessandra, grazie sei squisita, ricordati che tutte le medaglie presentano 2 facce… non è tutto oro quello che luccica…

    X Notimetolose, non credo che nessuno abbia perso o rinunciato a nulla di prezioso… solo scelte diverse…

    Grazie a tutti e saluti di cuore!

  6. Certo tutte le medaglie hanno due facce, sta a noi scegliere il positivo di ogni cosa e di ogni esperienza, anche Daruma è stato positivo nel tuo caso, guarda quante persone hai incontrato in questo tuo cammino che hanno cercato di ascoltare la tua anima sostenuto i tuoi sentimenti ed accompagnata in questo tuo volo, come vedi da tutte le situazioni se guardiamo bene c’è da prendere qualcosa di bello, basta saper vedere! Non credi!
    poi………….ad ognuno la sua scelta, ogni persona e’ libera di guardare il lato della medaglia che vuole guardare , tenendo presente che c’è sempre il suo risvolto

  7. Prima la considerazione forse meno importante ma che subito salta all’occhio: complimenti davvero per come scrivi, sei molto brava! Potevo immaginare, “sentire” quasi, le scene e le emozioni da esse suscitate. E questo è importante, da’ un vantaggio in più su chi non ha questa capacità dialettica (almeno nello scrivere, spesso nell’immediatezza dell’espressione vocale ci si perde…).

    Carissima… le persone che tentano di farsi più vicine, o che cercano di “mantenere la posizione”, spesso fanno leva sulle emozioni legate al sesso, poiché esse sono – spesso ma non sempre – quelle nelle quali due amanti si ritrovano più vicini, più esposti, più… assieme. Ma anche perché il sesso da’ indubbiamente emozioni e sensazioni molto forti e, purché funzioni naturalmente, belle, estatiche talvolta; ecco allora che “legare mentalmente” tali emozioni e sensazioni ad un viso, ad un nome, crea un legame tra di essi, al punto che – ripeto: se funziona – già quel nome o il ricordo di quel viso, ti riportano in quello stato d’animo e, infine, ti ci legano. Hai presente – scusa per il paragone irriverente – i cani di Pavlov con l’acquolina in bocca non appena ascoltavano il suono che preannunciava loro il pasto, perfino quando poi non veniva loro davvero portato? Ecco… qualcosa di simile.
    La gente – uomini e donne – sa’, più o meno inconsciamente, che funziona così e lo “sfrutta” (non do’ alla parola connotazione negativa di per sé, perché se funziona e poi subentrano sentimenti profondi… bé, che male c’è?). Ma… tempo fa’ uno dei soliti studi scientifici (?) inglesi, riportava che la “passione puramente sessuale” si spegna dopo tre mesi a meno ché non subentri davvero l’amore. Adesso, lasciando perdere la pretesa di precisione nella tempistica che fa’ sorridere, io credo che in qualche modo funzioni davvero così. Perché se all’inizio di una persona ci “accontentiamo” (si fa’ per dire) di certe sensazioni che magari non provavamo più da tempo, dopo un po’ – mesi o anni che siano – esse non bastano più. E non importa quanto l’altro “stuzzica”, potrà funzionare una volta, due, tre, ma alla fine…

  8. Fly, ti leggo come ascoltassi una musica. Intuisco il senso delle cose che scrivi come potrei forse intuire la primavera di Vivaldi, e quindi descrivendo la forza e l’esplosione di qualcosa senza necessariamente azzeccare esattamente l’oggetto del discorso.

    Quello che più mi ha colpito è il punto in cui descrivi un possibile corpo che per quanto esatto al modello che hai in mente, privato dell’anima, non è lui. Bello.

    Bacio.
    Robby

  9. X Alessandra: hai ragione, da questa esperienza ho imparato molto e incontrato persone, conosciuto blogs, letto post dai quali ho ricevuto lezioni di vita, amicizia…
    E poi ho conosciuto te, ed il tuo affetto grande… Ti abbraccio.

    X Wolfghost : Ti ringrazio per tutto il tempo che mi hai dedicato.
    Ho capito cosa intendi riguardo l’associazione tra legare emozioni forti e piacevole ad un viso, ad un nome…. E sono convinta che funzioni… il problema è che sentivo che l’unico modo per continuare un dialogo è assecondare solo il suo interesse riguardo il sesso… Non che io escluda il sesso, ma non accetto esperienze di solo sesso…
    L’atteggiamento maschile di solito è più propenso a partire dal sesso… e poi può nascere qualcos’altro… per le donne spesso avviene il contrario… o comunque con tempi diversi…

    X Robby, che bello essere paragonata a Vivaldi, wow che onore… mi piace Vivaldi..
    In realtà, è proprio quello che voglio, la storia è sfumata, non ha importanza è solo un pretesto,
    per descrivere il mio sentire, le mie sensazioni, le mie emozioni…
    Credo che tu abbia colto nel segno il messaggio principale del post… un corpo senz’anima, non mi piace…

    X Francesco, mi spiace deluderti… ma non c’è molto altro da scrivere riguardo la storia…
    Ormai non parla più neanche a me… Sai una cosa Francesco e tu me lo insegni… la cosa che manca di più in questa storia è…. l’Amore… ma l’ho trovato raccontandola , in tutti voi che mi seguite con un grande Affetto…Ricambio l’abbraccio…

  10. Non sono d’accordo, cara DarumaFly. Forse, in linea generale ma niente affatto assoluta, il sesso è più importante per l’uomo che per la donna, è vero. Ma quando qualcuno – uomo o donna – si “serve” del sesso per legare a sé un’altra persona, allora c’è già qualcosa che non va’. Cosiccome non si rinuncia ad una persona che si ama, o della quale si percepisce potersi innamorare, solo perché si deve attendere il sesso o, al contrario, perché questa, essendo fortemente attratta, spinge – purché con tatto – per arrivare al sesso. Due persone che ci tengono davvero a “incontrarsi”, sanno rispettare i tempi altrui, trovando istintivamente un accordo, una via di mezzo. Se la cosa non funziona il sesso c’entra poco, anche se di solito lo si addita come primo responsabile.

  11. Buon fine settimana cara Daruma
    e per ricordarti che domani è
    La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.
    I volontari invitano le persone che stanno per fare
    la spesa al supermercato ad acquistare alcuni
    generi alimentari di prima necessità
    per offrirli a chi ne ha bisogno.
    Un piccolo gesto per rendere grande
    il nostro altruismo.
    Un abbraccio da Giuseppe.

  12. Non ho molto da dire, per ora è piu’ la vita reale a darmi emozioni e a farmi mettere in gioco, è come ascoltare e vivere le cose di ogni giorno con una diversa dimensione, nel blog ho imparato tanto, soprattutto le dinamiche che fanno funzionare e crescere i rapporti, si …con un gioco ho sperimentato cose che nella vita reale si farebbero fatica ad incontrare e ad esternare, forse un po per timidezza forse un po per paura di essere giudicati, ma ho notato che sono cresciuta e sto crescendo molto e tutto quello che sottilmente ho osservato qui serve anche nella vita per correggere i nostri difetti, per affrontare situazioni e quant’altro , le conferme arrivano di giorno in giorno con la gente che incontro , che mi circonda, con la mia famiglia , con i miei nipotini…oggi pensavo all’Amore, ma non quello esplicito tra una donna e un uomo, pensavo all’Amore allo stato puro, mi rendo conto che e’ il solo nutrimento per lo spirito e l’anima e di conseguenza fa stare bene anche il corpo, e di come funziona anche questo meccanismo…..bhe riflettevo su questo, mi accorgo che piu’ ne dai e piu’ ti riempi,piu’ non ne hai , piu sei incapace di donarlo e riceverlo, (rimani “vuoto”,insomma per farti l’esempio e come un circolo vizioso che ci riempie o di gioia se sai accogliere l’Amore o di noia se non sei in grado di poterlo conoscere
    In quanto all’Amore tra uomo e donna c’è l’Amore per mio marito che forse è un’Amore che va al di la della passione, del resto nella mia vita sono riusciti ad entrare pochi uomini non perchè non ne sono arrivati, anzi tutt’oggi potrei essere oggetto di desiderio di molti ,basta guardarli negli occhi quando mi guardano per capirlo, ma non esiste proprio l’interesse, poi non sarei certo quella che si accontenta di poco, perchè come te avrei bisogno di sentire un coinvolgimento completo, un trascinamento nella passione attraverso tutta me stessa, quindi con il corpo , la mente , l’anima ed il cuore, e ora rido….ma dove lo trovi uno che sa essere tutto cio’ insieme? Al giorno d’oggi l’immaturita di molte persone stenta a farli sembrare solo uomini hahahahhah cara mia non ci sono piu’ gli uomini di una volta e forse neanche le donne che sempre di piu’ vogliono assomigliare a gli uomini, e quando gli serve vogliono esternare imitando sensualita’ che non vive nella lora natura, peggiorando l’immagine di se stesse in quanto proprio perchè non è una cosa che appartiene loro,sa di falso, e leggendo i tuoi post che sono bellissimi , non solo scritti splendidamente , ma danno emozioni, anche se contornati di fantasia , sono veri e parlano tra le parole, non scrivi parole di ghiaccio , come quelli dove pur notando una notevole forma senti la sterilita’ che emanano, perchè forse sono scritte senza l’anima, è proprio nutrendo l’anima che si puo’ ascoltare la vita, ed una persona senz’anima è solo un vuoto immenso per se stesso, ed ora penso anche al tuo Daruma , che dire…. povero lui! Ma ognuno segue sempre la strada che desidera, e che forse è piu’ comoda, anche se alla fine cio che da gratificazione sono quei percorsi in cui la fatica ed il coraggio di voler imparare ad essere migliori, ci conduce sempre alla meta piu’ ambita, quella di conoscere sempre di piu’ noi stessi e amarci ed accettarci per quelo che siamo , mantenendo sempre dentro di noi la volonta’ di crescere, ma per crescere , bisogna volerlo…………Rido come una pazza facendo scorrere la rotellina del maus…..o mouse? bho….. non ti ho scritto un commento hehehhe ma un post , e tu che pensavi avessi finito le parole em… em.. veramente l’ho pensato anche io….ma allora ,come mi dici sempre tu ….. sto sul pero o sul fico? Che dilemma, ma chi se ne frega cara Daru…..sono cosi’…Meno male che non avevo nulla da dire, ma le parole sono come le ciliegie? Una tira l’altra mmmmmmmmmm forse allora e’ meglio stia zitta
    OK… OK … TORNO NEL MIO SILENZIO…..
    UN ABBRACCIO ,ALE

    un abbraccio Ale

  13. Cara Alessandra…
    Che bello, che meraviglia… sono felice… hai scritto un bellissimo post tutto per me… anche questo lo archivio tra le mie cose preziose….
    Hai Amore da vendere… straripa da tutti i pori… si sente, ti inonda… anche solo sfiorandoti…
    Quando poi dedichi il tuo prezioso tempo a me… mi sento troppo fortunata e coccolata…
    Hai scritto delle parole bellissime… hai scritto il più bell’epilogo che si potesse immaginare…
    Perché epilogo non è, ma speranza di nuovo inizio… continua a ridere… stai facendo ridere anche me…
    Ricambio di cuore e di anima i tuoi abbracci…

  14. XWOLF, forse non ci siamo capiti, perchè stai dicendo proprio quello che penso anch’io…
    Hai ragione, Wolf, non c’era interesse a conoscere veramente Madama… tutto qui… Daruma forse voleva solo giocare… Il gioco si è fermato… ma Madama ha imparato molto… ed è felice di questo episodio della sua vita… per il seguito che ha avuto….
    Un caro saluto…

  15. La tua interpretazione è di una profondità UNICA cara Fly… ed è molto molto vicina a quello che il pezzo vorrebbe comunicare… quel mondo dentro di noi che è oltre il quotidiano… che noi percepiamo e a cui tendiamo naturalmente..ma che non raggiungeremo mai… lo attenderemo per sempre….
    Grazie Fly… e buon weekend
    Daniel

  16. ho letto questo post tutto d’un fiato…che bello che è…e poi la protagonista del tuo post mi piace particolarmente…motivo?beh perchè quando frequentavo le scuole superiori…beh non è passato tanto tempo, 2 anni fa insomma…c’era la mia prof di educazione fisica che mi chiamava madame butterfly…la facevo sempre inervosire poverina…mi ostinavo a mettere i tacchi alti proprio quando c’erano le sue lezioni e quindi io educaione fisica non la facevo mai…e per non finire qu…mentre lei si arrabbiava io mi occupavo di rifare il trucco…però a fne anno ho sempre preso 6 in educazione fisica…il voto più basso della mia pagella…avevo la media dell’8…e all’esame di stato la prof voleva battersi contro il mio 94/100…ma alla fine hanno vinto gli altri prof…cmq complimenti sei davvero brava

  17. cercavo un momento buono per passare di qua, però pare che non ci sia la cometa adatta in questo periodo per cui mi son detto,beh vacci brutto, non sarai scacciato, anche perchè s’è detto di essere se stessi no?
    o perlomeno qua, che qua si può,relativamente alla buona coscienza della gente, o alla parte di buona che siamo disposti a mettere sul tavolo di un buon dialogo.
    per me, è sempr ecosi, facile e indolore quasi
    o meglio fa male ,ma ripaga sempre.
    ecco, fatto.
    ora invece leggo il post.

  18. Un post lungo, ma di una lunghezza che non stanca, che si legge piacevolmente; una scrittura di parole e pensieri che non risparmiano frecciate e nello stesso tempo mostrano la dignità e l’amor proprio del personaggio Madama, la sua abilità nel districarsi con intelligenza dalle insidie e dai trabocchetti psicologici più o meno consci di Daruma, le sue spiegazioni sintatticamente e psicanaliticamente perfette, i suoi voli di fantasia sulle ali di una voglia di vivere tanto intensa quanto coinvolgente.

  19. XDaniel Grazie a te … buona settimana

    XFiore mi fa piacere ed onore, che tu abbia usato il mio commento per accompagnare il tuo dipinto
    “Senza titolo”.

    X Robby: grazie… vorrei aver solo più tempo…

    X Sofia: Benvenuta…. Verrò a trovarti… che bello leggere della scuola superiore… per me sono ricordi ormai lontani… Bei tempi!!!!!

    Xpulvigiu: grazie per i tuoi avvisi e dei tuoi saluti, ti ricordi di tutti…

    Xquetar: Ben trovato… ci vedremo

    XFrancesco: accetto e ricambio il tuo abbraccio un po’ speciale..

    XHyeronimus: mi piace quel tuo… sulle ali di una voglia di vivere tanto intensa quanto coinvolgente… mi vedo già tra l’azzurro dentro e fuori…La vita va vissuta pienamente… senza risparmiare neppure un respiro…
    Anche quando tutto sembra contro di noi… si può sempre intravedere un risvolto che si può volgere in positivo….

  20. Che bel racconto..intenso..sei brava e scriver svuota un pò l’ anima.almeno per me…
    sono felice che il post sia un’ occasione di riflessione..e tu hai colto bene,sto in un periodo di intensa attività sociale,e sto cercando con un amico di creare un collettivo teatrale.e far si che i ragazzi dell’ interland dove vivo,abbiano un punto di riferimento,ma sta diventando qulcos’ altro,piccola.sta crescendo nell’ impegno e per Natale grandi progetti,giro per case famigle e casa di accoglienza,,e portare un pò di allegria a chi non ha niente..collette,regali,raccolta fondi con i nostri spettacoli..insomma i ragazzi stanno facendo a gara a chi propone più cose da mettere a disposizione per i diseredati,che ti devo dire…era questo che cercavo..e non mi arrendo..anche dove lavoro sto mettendo in croce il dirigente,per una raccolta….(lavoro in una scuola) ormai chi mi vede ahhahaa se può, mi scansa iihhiih
    un bacio

  21. Ho riletto il racconto..sono emozionata.forse perchè mi rivedo in queste parole,che ancora mi fanno male.e per la scelta che ho dovuto fare…ma ora ascolto la mia anima..mi amo come mai mi era capitato.e non svenderò mai più il mio cuore..un bacio
    è stupendo..e lo rileggerò,semmai ogni tanto ok..
    ci sarà una panchina nei dintorni…sei dolcisssima

  22. ciao bella!ascolta…posso dirti una cosa che forse ti tranquillizzerà…io a 16 anni ero in continua lotta con mia mamma…purtroppo è l’età…cercavo di trasgredire in tutto e fare sempre il contrario di quello che lei mi diceva…ma arrivata a 22 anni (pochi ma abbastanza per vedere con distacco la situazione…)posso dirti che io a mamy le voglio un bene dell’anima e ora apprezzo di più le sue mille attenzioni…cerca di ascoltarla…ma ascoltarla davvero…e vedrai che piano piano…beh io dico una cosa magari banale…ma è quello che avrei voluto io all’epoca…qualcuno che mi capisse e non pressasse…una dolce serata…bacini…

  23. Questo è l’inizio del tuo giorno. La vita è più complicata di quello che sembra. Sii sempre te stessa lungo la strada. Vivendo fino in fondo lo spirito dei tuoi sogni.

    Quale migliore commento di quello espresso nel tuo post da queste parole

    Buona settimana e a presto

  24. Ma porca paletta…….si puo’ sapere quando finirai di riflettere? A dire la verita’ sono veramente molto curiosa di vederti in altre vesti, magari sempre di una farfallina ma con occhi nuovi , in cui non solo non cerca parole per descivere Il “principe Daruma” , ma che ci dia emozioni nuove e diverse della vita come sono sicura lei sappia dare, vedi di muoverti perchè io aspetto qualcosa di bello e specialmente di diverso , pretendo troppo? E va bhe lo sai no………..tra i miei molteplici difetti sono anche pretenziosa, ma del resto tu puoi dare e sai dare , ( chi ha …puo’ dare)sara’ per questo che sono cosi’ prepotente? ……..
    p.s . domani inizio il trattamento, poi ti scrivo per dirti cio’ che succede……………
    Ciao meravigliosa creatura…. un abbraccio ale che fa un po la bambina, sai come si chiama la bambina che c’è in me? No vero……….ok te lo diro’ma adesso ti lascio la curiosita’ devo andare da un’altra bambina a vedere se mi cede le sue conchiglie………hehehehe ciao

  25. Sai Fly, davvero il tuo commento mi ha lusingato. Ma credo che, come sempre, anche i post più riusciti, come i libri o le poesie, non sono altro che “mezzi”. Siamo noi a riempirli del nostro significato e più è grande l’entusiasmo di chi legge, più ha saputo trovare qualcosa in se stesso prima ancora che nelle parole lette.
    Un bacio.
    Robby

  26. X Daniel …mi piace andare a fondo delle cose… il tuo cuore palpita… di vita… di amore… che tu voglia o no… Un abbraccio…
    XDelfino, Grazie… sei proprio in gamba… sei un vulcano di energia… di idee… di amore…
    XGabry grazie per essere stata qui..
    XSofia, mi hai rincuorato… terrò presente le tue parole…
    XLupo Benvenuto! che piacere… passerò a trovarti…
    XAle ti deluderò… promesso domani o dopo brucio tutto… promesso… aspetto le tue impressioni del trattamento… Buon Tutto…
    XRobby è vero… siamo specchi ed ognuno vede se stesso… però ci sono specchi che hanno la luce giusta per guardarsi meglio…
    XLudos mi piace questa tua interpretazione del mio post… le stagioni… per fortuna manca il gelo dell’inverno…

    Grazie ancora una volta… vi abbraccio tutti….

Lascia un commento