Lascio che sia…

c0f4262fbe3ba91e4b269c6b18d6da05.jpg

Non c’è sofferenza tra le pieghe dell’anima,

non spilli che penetrano  il cuore,

neanche virus a ledere i neuroni e le sinapsi.

Che mi sia vaccinata contro la peste del tempo e del destino ?

Un’immunità che cristallizza i pensieri… e ne sublima gli intenti…

o sono gli anni a smorzare i pruriti di una vita che non posso avere?

Non mi soffermo su macchie che confondono colori…

Evito i compromessi come passaggi  infamanti,

ma considero le alternative come premi migliori.

Scegliere senza inciampare negli incastri

che la sorte ha preparato per me

e non mi sento non riuscita!

perché non c’è anima in ciò che si limita a brillare…

Distolgo encefali pur di non ammettere la deriva

il tempo si fa goccia in un deserto d’arsura

lo bevo appoggiando le labbra calde

lo respiro tra un sorriso e un riflesso liberato dai miraggi di luce

assaporo la quiete che evapora l’istante

cerco la dolcezza del cuore  come petali  di rosa

perché io possa  saziarmi di vita

mentre il corpo si impone

lascio che sia…

come i giorni…

sono giorni.

Lascio che sia…ultima modifica: 2008-03-19T21:47:30+01:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

43 pensieri su “Lascio che sia…

  1. Ora che sei nel presente, solo nel presente, vivi il presente, non con l’avidità stolta
    di passioni che t’agitino il cuore, non con la morta rassegnazione per un passato che non torna, non con il rimorso d’un errore commesso, vivi il presente -c’è tanta saggezza nell’ora- e senza attendere preparati alla sopresa che ti regalerà il tuo presente.
    Cristiana

  2. Le stagioni hanno ognuna un colore,e i loro frutti diversi sapori
    Sono felice di sentirti sempre così vicina
    Nell’abbandono,nella dolcezza affamata,in questa vita che si nasconde fra un sospiro e un alito di vento,tutta da scoprire
    E questo è vivere
    un bacio
    Elisa

  3. La vita va vissuta dal profondo, tutta, non sfiorata e guardata da lontano. Devi sentirla dentro e farla scorrere nelle vene e nel sangue..Potresti scoprire in punto di morte di non avere vissuto e le lancette del tempo nessuno le puo’ riportare indietro.

    Buona Pasqua cara amica

  4. Io sono sempre più convinta che bisogna vivere appieno il presente con tutte le nostre forze e la nostra passione, il passato serve solo a ricordarci eventuali errori commessi e a far si che riusciamo a non commeterli di nuovo, tutto questo per prepararci ad un bellissimo futuro.

    Un saluto

  5. Cara Fly…
    Leggo ora la versione integrale. E il mio stupore aumenta.
    Stiamo entrambi riflettendo intuitivamente sul tempo, in questi giorni..
    Anche la mia riflessione continua, come potrai presto vedere.
    Vorrei pensare al tempo.. e alla vita… come fossero acqua… fluida … che sa cambiare forma.. che sa adattarsi.. senza rompersi….

    Il viaggio in Tibet vorrei farlo davvero.. se un giorno il Tibet sarà ancora… potremo andare…

    un abbraccio
    daniel

  6. Cara Fly…
    Leggo ora la versione integrale. E il mio stupore aumenta.
    Stiamo entrambi riflettendo intuitivamente sul tempo, in questi giorni..
    Anche la mia riflessione continua, come potrai presto vedere.
    Vorrei pensare al tempo.. e alla vita… come fossero acqua… fluida … che sa cambiare forma.. che sa adattarsi.. senza rompersi….

    Il viaggio in Tibet vorrei farlo davvero.. se un giorno il Tibet sarà ancora… potremo andare…

    un abbraccio
    daniel

  7. Molto bella, Fly, davvero! 🙂

    Al posto tuo, smetterei di chiedermene il motivo e continuerei a vivere cosi’.
    Il fatto e’ che siamo cresciuti cosi’ a lungo nel pensiero che il mondo sia una “valle di lacrime”, che ci sembra inverosimile quando stiamo bene anche se non ci sta succedendo alcunche’ di eclatantemente bello…

  8. Cara Fly, concetto di tempo è ricco di paradossi, uno dei più intriganti è il “paradosso di Achille”, che afferma che il famoso piè veloce non sarebbe mai riuscito a superare una tartaruga che corre ad una velocità pari ad un decimo della velocità del prode. Questo perchè nel tempo che Achille percorre la distanza che lo separa dall’animale, la tartaruga avrà percorso un decimo della stessa distanza, e questo rapporto matematico và avanti all’infinito.
    L’insegnamento di questo paradosso è che non importa il trascorrere del tempo, la vita va vissuta intensamente per tutta la durata della vita stessa.

    Nel commento che hai lasciato nel mio post, hai (e non mi aspettavo nulla di diverso) colto tutto il significato che ho dato allo stesso.

    Con affetto, Gianpaolo

  9. …la consapevolezza della vita… del vivere il momento presente… questa è l’attesa consapevole… non passiva… attesa che non subisce… ma ascolta…

    …ti lascio un mio pensiero…

    …che la pace della pasqua
    metta radici nei nostri cuori…
    …e si unisca al vento di primavera
    per spargere il suo profumo ed il suo colore…
    …un manto candido di serenità
    protegga questo nostro mondo
    …dall’odio che avverte la sua
    imminente sconfitta…
    …una buona pasqua d’amore
    per sé stessi e per donare agli altri…

    buona pasqua
    un abbraccio
    gino

  10. Continuo ad affermare che sei eccezionale e che quello che scrivi è qualcosa di sublime.Non ti dico questo per sembrare o apparire chissa cosa!! Lo sento veramente e sono orgoglioso di averti tra gli “amici”.
    Auguri di pace e di una Santa Pasqua.
    Karletto

  11. Cara Fly….
    .. ancora una volta… grazie…
    “come un disegno che racchiude in un istante l’espressione
    fluida dell’eternità”
    I tuoi commenti sono pura ispirazione.

    …davvero… sì… condivisione di emozioni… a livelli incredibili…. sempre basito.

    Intanto ti abbraccio
    a prestissimo
    Daniel

    PS sono una frana a ping pong!!

  12. La mia preghiera…
    Quando mi assalgono momenti tristi,
    quando mi sovrastano le nubi scure di un cielo tutto nero.
    quando dimentico il sorriso di un mattino di sole,
    mi rifugio da te o Mio Signore.
    Entro nella Tua Casa per parlarti
    del mio cuore, col mio cuore.
    La mia anima ti consegno confusa
    nell’odor di incenso.
    Credo di sentirti.
    Penso di vederti.
    Cerco di pregarti, tento di amarti.
    Non sempre ci riesco,
    spesso mi affanno
    e mi perdo nella fiacchezza dei miei pensieri.
    Stammi vicino sempre o Signore,
    quando ti voglio
    e quando ti caccio.
    Quando ti amo e quando non lo so.

    Copyright © Baronerosso1
    Buona Pasqua…

  13. Pasqua è un giorno speciale… è stata creata per donare gioia a tutti ed io spero con tutto il cuore che questo giorno la doni anche a te, che sia una Pasqua di pace e di caldi abbracci, che sia una Pasqua di Serenità felicità e di bontà!
    Felice Pasqua!
    Gabriella

  14. Dicono che la felicità è irraggiungibile. Io credo invece che se sei aperto a riceverla ognuno la può trovare. E anche gli auguri che in questi giorni girano fra di noi non sono altro che onde che alimentano una parte della nostra felicità…

  15. Grazie… cara… come sempre…
    Ho scritto quel pezzo in un luogo speciale… e le parole mi sono uscite in modo totalmente intuitivo.. così come le note….
    grazie per la tua grande sensibilità.. che sa stupirmi sempre, anche ora che la conosco.
    Daniel

  16. LASCIO CHE SIA…………….A ME VIENE IN MENTE UNA CANZONE DI COCCIANTE CHE CANTA ANCHE LA PAUSINI, COME A DIRE: RIMANGO POSITIVA , LE COSE , IL MONDO VANNO AVANTI DA SE’ E SOPRATTUTTO TUTTO E TUTTI TROVANO IL SUO COLLOCAMENTO NATURALMENTE NELLA PROPRIA VITA E IN QUELLA DI ALTRI….MO TE LA SCRIVO QUI SOTTO PERCHè E’ BELLISSIMA E A ME DA UNA CARICA ……………..cantiamo fly………..LA positivita’ è una forza grandiosa

    La nebbia che si posa la mattina
    le pietre di un sentiero
    di collina
    il falco che s’innalzerà
    il primo raggio che verra`
    la neve che si sciogliera`
    correndo al mare
    l’impronta di una testa sul cuscino
    i passi lenti e incerti
    di un bambino
    lo sguardo di serenita`
    la mano che si tendera`
    la gioia di chi aspettera`
    per questo e quello che verra`
    Io canto
    le mani in tasca canto
    la voce in festa canto
    la banda in testa canto
    corro nel vento
    Canto
    la vita intera canto
    la primavera canto
    la mia preghiera canto
    per chi mi ascoltera`
    voglio cantare
    sempre cantare
    l’odore del caffe` nella cucina
    la casa tutta piena di mattina
    e l’ascensore che non va
    l’amore per la mia citta`
    la gente che sorridera`
    lungo la strada
    i rami che s’intrecciano nel cielo
    un vecchio che cammina tutto solo
    l’estate che poi passera`
    il grano che maturera`
    la mano che lo cogliera`
    per questo e quello che sara`
    io canto
    le mani in tasca canto
    la voce in festa canto
    la banda in testa canto
    corro nel vento canto
    la vita intera canto
    la primavera canto
    la mia preghiera canto
    per chi mi ascoltera`
    voglio cantare
    sempre cantare
    cantare…
    io canto
    le mani in tasca e canto
    la voce in festa e canto
    la banda in testa e canto
    la vita intera canto…

Lascia un commento