conflitti di interesse…

ebcd596c88467dc9234a99f6aef2370e.jpg

I pensieri dentro… sono materia implosa invadono le cellule attraverso percorsi

Invisibili, dilaganti in ogni dove…

Partono da non si sa e li trovi ovunque, persino nel gesto scomposto di stropicciarti le mani…

Ti arrivano in bocca togliendoti la parola o urlando sconnesse parole mai pensate…

Ti passano davanti agli occhi noncuranti del mondo

E ti disegnano inediti paesaggi di improbabili paradisi

O spettrali devastazioni… così senza ritegno con la stessa leggerezza

e la stessa inconfutabilità di un acquazzone estivo…

Ti martellano con la stessa veemenza di una batteria in mano ad un profano

O ti feriscono col puntiglio  di uno stridulo violino non accordato…

Ti  pervadono senza chiedere il permesso, con arroganza e prepotenza…

E puoi solo esserne spettatore o artefice?

Si perché in tale anarchia di ruoli… hai perso il senso di chi e che cosa pensa?

Da dove nasce il pensiero? Sono io che penso? O subisco i miei pensieri?

Se fossi io l’ autista perché condurmi negli abissi? E se non fossi io il direttore d’orchestra? Chi si impadronisce allora dei miei neuroni e del mio pensare…

Non sono padrona di nulla… neppure di questo ammasso di cellule organizzate che chiamano il mio corpo!!!

 

conflitti di interesse…ultima modifica: 2008-06-19T21:57:37+02:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

41 pensieri su “conflitti di interesse…

  1. Stupendi come sempre..sei incantevole..è un pò che non ti leggevo..sono passata ed ecco un giro di giostra sulla fantasia delle tue riflessioni..mi gira la testa,ma sono felice..rifletterò anch’io sui miei pensieri.e dove vanno.cosa fanno.cosa sono……
    grazie per il tuo fluido…
    un bacio dolce

  2. Siamo solo noi a complicarci la vita, secondo me un uomo ha una buona percentuale di possibilita’ per essere cio che decide di essere, ma in questo periodo regna troppa debolezza umana , per cui invece di decidere noi ..ci facciamo trasportare ed è cosi’ facile colpevolizzare gli altri o le situazioni per i nostri errori per le nostre debolezze

  3. E’ inquietante, ma non siamo i condottieri completi del nostro pensiero. Credo si possa tentare di imparare a limitare le proprie tendenze quali il fantasticare, il deviare dagli ordinari percorsi,al pessimismo cosmico cercando di orientarsi su quanto di più costruttivo e solare c’e. Si può tentare di scegliere un approccio più caldo alla Vita, per non sprecarne tanti attimi in congetture, in timori, in paralisi d’azione. Come una forma di autodisciplina.
    Ma nell’imponderabile e nell’incoercibile della nostra mente ci sono anche le risorse che ci sanno far sognare oltre il quotidiano.
    Purché si riesca a conservare un minimo senso critico e di distacco, una punta di ironia con noi stesse ed i nostri sogni.
    Volando da te ti abbraccio, Fly.
    Paola

  4. I nostri pensieri, delle volte, non ascoltano la nostra ragione e vanno molto lontano da noi spaziando nella fantasia e nei sogni e quindi è veramente difficile controllarli.
    Solo se la ragione si contrappone ad essi riusciamo controllarli.

    Un saluto e buona domenica!

  5. Allora! 😀
    I pensieri possono nascere spontaneamente, ma sei solo tu a farli vivere dando loro attenzione, altrimenti, come nuvole in una giornata di vento, entrano da un lato della tua mente per sparire rapidamente dall’altro lato. Ma se ti ci soffermi, allora li blocchi ed essi rimangono… e possono rimanere così a lungo da divenire ossessione e, allora, mandarli via diviene davvero difficile…

  6. Nel leggere il tuo post ho sgranato gli occhi. Se qualcuno mi AVREBBE visto (sono ticinese e, come tale, i congiuntivi devo sbagliarli) sicuramente ero pure pallido. Perché, le tue stesse domande me le pongo dal 1970. Che, detto così, può fare nulla… MA PERÒ sono del ’72, e qua c’è già qualcosa che non quadra.

    Un brivido strano mi ha percorso la schiena. Ora l’ho decifrato: credevo di essere il solo pazzo a farmi tali domande e, in realtà, siamo almeno in due. Non una moltitudine ma, se si continua così, forse un giorno qualcuno troverà una cura…

    Dopo lungo peregrinare mentale, sono giunto alla conclusione che siamo noi a pensarci addosso. A tratti i pensieri non li alimenta il cervello ma una quasi miracolITICA sinergia tra cuore, anima e cervello. Ed è quest’orgia umorale che determina le persone che siamo. Quasi fosse un codice secondario nel DNA. Che detta così, può pure sembrare una ca__ta. E, ti assicuro, lo è.

    Ti ringrazio di cotanta bellezza e auguro a tutti voi una splendida, unica e indimenticabile, settimana.

    Digito

  7. Non c’è un pensiero più profondo di quello sull’origine del pensiero.
    In questo momento io sto subendo i miei pensieri.
    Quindi sono altro da loro?
    E sono altro anche dal mio corpo, poiché ne giudico le pulsioni.
    Chi sono dunque?

    Mi mancava passare di qui.
    un abbraccio
    Daniel

  8. Leggendo le tue parole, quello che penso, è voler essere accanto ad ogni persona che si sente così… in balia di se stessa e della proprio mente senza limiti, vorrei anch’io qualcuno al mio fianco qualndo la mia mente fugge e porta con se i pensieri più folli… e quando i turbini svaniscono sono ancora li… consapevole di essermi tirata a galla ancora una volta, ancora da sola come sempre.
    Un bacio, con l’augurio che le “tormente” dei tuoi pensieri ti lascino sempre qualcosa di grande dentro, da scrivere, diffondere e che il tuo amore per la vita possa evolversi sempre.

  9. Ciao, non mi conosci e …neanche io conosco te…ma vorrei allargare le mie conoscenze e/o amicizie (seppure virtualmente). Mi piace avere contatti con le persone, perché dagli altri c’è sempre da scoprire, perché dagli altri possiamo imparare, perché gli altri sono lo specchio di noi stessi e solo attraverso loro che possiamo evolverci….
    Ti ho messa nel contatto amici, sul mio blog, perché voglio partire ottimista, ossia che ci sarà quantomeno una conoscenza tra di noi…
    Se non sarà così, pazienza, io ci ho provato….
    Ti auguro una bellissima giornata e …un sacco pieno pienissimo di…bacioni…
    Mary

  10. Splendido post… e considerazione assolutamente superba… siamo noi a creare il pensiero o semplicemente lo subiamo? E’ curioso, ma volte me lo chiedo anch’io. Ma dimmi… tu, la risposta, l’hai trovata? Io devo pensarci ancora un po’…

    Un salutone e buona serata

Lascia un commento