Archi

1742204600.2.JPG

Rapita dall’amichevole sorriso

della prospettiva

archi

armonia di forme

nell’imprigionare

lo sguardo…

il mio intelletto si

lascia trascinare

da quel disegno ripetuto,

rispecchia la mente

incorniciata,

ritratto di bimbi…

prospettive terminate

nell’illusione

come infiniti

in un gioco di specchi.

Non consumo quel palpito

come la luce che  si infila fra gli

spigoli…

la mia vista si confonde

fili d’erba

allineati in un prato percorso

dal vento…

i pensieri devono correre liberi

istanti di eternità

o margherite colte

da fanciulle per farne ghirlande.

L’anima bianca

riempie l’orma

dei secoli passati

sopra le cose…

il mio corpo si

lascia tentare

dagli acumi di

membra  abbandonate

e cuore altrove…

Archiultima modifica: 2008-09-03T22:11:30+02:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

27 pensieri su “Archi

  1. Ahi quante volte, mi son perso sotto d’essi, aspettando protezione. Ma semiretta di sezione aurea, l’arco è stessa sostanza della vita, e regole si ripetono: in esso non sai chi o cosa incontrerai. Ed in un giorno non troppo distante, sotto l’arco di una galleria, ho incontrato la nera signora a fissarmi. Ed ho sentito un soffio di vita svanire. Ho sentito un freddo abbraccio improvviso. Poi una carezza, uno sguardo, un sorriso. Ma ha girato le spalle ed è andata via… L’arco, mi ha protetto anche stavolta. (Non è una poesia purtroppo. Ma un ricordo di vita passata… da poco, da molto poco tempo – a breve un post su questo episodio sul mio blog)
    Passa dal blog: ho qualcosa per te.

  2. ecco, lo dicevo io che eveva un non so che di familiare, conosco Glorenza ci sono passato alcune volte nel colso delle mie vacanze in Alto Adige, una in particolare, la ricordo a Solda, da dove mi dipartivo per fare qualche puntatina di sci estivo sia sullo Stelvio, che in val Senales, dovrei avere anche tutta una serie di foto di quelle vacanze, ma sono ancora su supporto cartaceo o diapositive, prima o poi m i deciderò a scansionarle ….. ciao

Lascia un commento