Fiore d’autunno

y1p_snLwclmL5pgzbGljW_EFmLzTqoMIwlh4NwRTnFFTHIrWL-JMAwYITza325DfRZSzWj06koI7Ys.jpg

Oggi mi sento un tardivo fiore di campo

che faticosamente spinge il capo sulle zolle

indurite dal primo gelo

per conquistare l’ultimo raggio di sole…

Mi scrollo, aiutata dal vento livido

dell’alba, la terra scura…

un lembo rosso di foglia morta mi

grava sui deboli petali della mia corolla

scolorita e smunta

bagnata di pioggia come lacrime

apro gli occhi a questo strano mattino,

stanco di sole …

mi sento fuori luogo

e senza speranza

ho paura dell’azzurro

che forse non vedrò mai..

vorrei raggomitolarmi su me stessa

richiamando a me i petali e

ripiegando il capo sull’esile stelo

involvere in un tondo seme

amato e consumato dalla terra…

per rinascere a primavera di nuovo…

col favore del cielo…

Fiore d’autunnoultima modifica: 2008-11-05T21:50:07+01:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

36 pensieri su “Fiore d’autunno

  1. Conosco questi momenti di introspezione, dolorosi. NOn senti l’energia pronta a sprigionarsi in te, ha i bisogno di un “tempo tuo”, di raccogliere pensieri e sogni o di trovare la chiave, sotto le foglie autunnali, che schiuda lo scrigno della tua anima “prigioniera”.
    Ti abbraccio qui, altro non saprei fare per infonderti un po’ di calore.
    Un bacio.
    Paola

  2. X nomind
    ho scritto terra scura… percè è così che vedo la terra….
    Ma ha una connotazione positiva …
    Perché la terra è scura quando è fertile…
    È scura quando scendo dentro di essa… ma è rifugio, accoglienza, vita
    È scura perché è Yin e lo scuro è più yin del chiaro…
    E’ scura… perché solo nel buio, nell’introspezione ci si può vedere nel profondo…
    Grazie per la domanda.
    Fly

  3. Mannaggia a queste connessioni … ci siamo sentite allo stesso modo … ci avviciniamo al portale 11.11, nuova energia che entra e i giorni precedenti sono sempre i più duri. Quindi stai tranquilla ;-))) è tutto normale! Un abbraccio forte forte 😉

  4. Sia così, così sia, fino a quando un giorno poi si muore
    Dio come sta? Evidentemente è assente
    Forse sarà lì ad aspettare l’apertura dei negozi con i saldi
    In mezzo a tutta quella gente attenta ai suoi contanti
    E si può diventare pazzi anche senza neanche fare la più piccola pazzia
    Così come si può viaggiare senza una destinazione
    Ed è per questo che io il peccato originale io me lo sbatto sui coglioni

    Voglio il sole che mi riscaldi fino a farmi vivere
    Voglio l’aria più calda che c’è per capire che
    L’aria nuova che mi rinfresca è come un bacio dato a testa in giù
    Basteranno due note ubriache per ridere senza far rumore…

    2 occhi e 100 sguardi per vedere dove metti i piedi
    Inciampo sulla mia incertezza e corro dritto fino al limite
    Sentirsi come una bugia sul punto di essere rivelata
    E forse è già domani!

    Mostrami le tue ginocchia senza accavallare le anime del tuo passato.
    Il tuo passato lo sento nelle tue mani calde
    Lo vedo sul tuo culo senza coda
    Com’è difficile all’ombra coltivare i colori
    Com’è terso il silenzio quando ingoia le parole
    Com’è ruvido il bordo quando è il momento di saltare
    È tempo di lasciare al mattino il mestiere di perdonare
    Oggi è già domani
    Oggi è nelle tue mani.

    Voglio il sole che mi riscaldi fino a farmi vivere
    Voglio l’aria più calda che c’è per capire che
    L’aria nuova che mi rinfresca è come un bacio dato a testa in giù
    Basteranno due note ubriache per ridere
    Senza far rumore…

    La paura degli esseri umani è paura di essere umani…

Lascia un commento