Il destino ama me

2370918620_9eb41492fc.jpg
 
 
 
Il destino ama me…
 
M’ immergo nei tuoi passi
un’aurora scalza si tuffa nel giorno
fiuto le tue orme
profumano di vento irrequieto
dervisci rotanti sull’asse della terra.
Lucida, calamita d’argento,
sul tuo ombelico precipito
da una valle scoscesa
percossa dalla pioggia
e bruciata dal sole
cerco erba nuda per sfamare
piedi stanchi .
M’arrendo all’aria di rugiada
che scivola nei tuoi sensi caldi
vapore di sogni estinti
nel dispiegarsi di foglie al sole.
Salirà la voce dal tuo petto
risonanza di suoni astrali
litanie profane in un’orgia sacra.
non conosco la via,
il mio futuro vergine
si veste da sposa per incontrarti
mi abbandono al tuo abbraccio
sublime amante dell’estremo
piovra dai tentacoli perversi
ti offro le mie labbra a cuore aperto
chiudo gli occhi, stretti stretti
per lasciare l’anima mia, evasa
al tempo che non m’è concesso ….

Il destino ama meultima modifica: 2009-06-21T19:25:00+02:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

29 pensieri su “Il destino ama me

  1. sì, il destino può realizzarsi
    non è una storia già scritta
    è come un seme
    non ancora albero, può diventarlo

    lontananza dal conosciuto
    è apertura alla novità
    alla possibilità

    l’anima, se esiste
    ha la possibilità di fiorire
    permettere questa fioritura
    è realizzare il proprio destino

  2. Trovarsi sommersi dalla sofferenza che veste ogni angolo del mondo, lascia grandi dubbi sulla bellezza della vita, se potessimo scegliere di fronte a questo spettacolo, molti di noi sono certo, deciderebbero di non venir mai alla luce. Le singole esperienze del vivere invece, sono in se meravigliose, e come anche tu racconti in questi versi: immergersi pienamente, “a piedi scalzi”, arrendersi… vivendo senza artifizi ogni momento ed abbandonarsi, lasciandosi travolgere dalle passioni, ci rendono esseri straordinari. Abbiamo bisogno di coltivare l’amore perché la nostra vita sia un’esperienza meravigliosa, e non possiamo esimerci, perché per ogni persona che incontreremo nella nostra vita, siamo lo specchio del mondo.

  3. E’ solo un fiore
    ma te lo dono con amore

    Amore per l’amore
    senza nessuna pretesa

    Non si sente l’odore
    ma ha un dono raro
    non sfiorisce col tempo
    come le passioni umane 

    E’ lo speccho senza vetro
    di un anima arresa
    un bacio come fiore
    per farsi ricordare.

    Buona vita

    Tony 
     

  4. Cambiamenti di stato per un incontro ricercato quanto desiderato. Fusione ed identificazione nell’atto di essere scalzi, per ‘sentire’, ponderare, accettare. Ricordi ancestrali di fusione e dipendenza dalla natura forte e spigolosa, liberale e rude. Il sentiero è comunque stato tracciato varcando i mondi reali e accedendo eufemisticamente in territori spirituali, accennati e sorti, scoperti e vissuti. L’abito cambia e ne viene indossato altro, da sposa, per il diritto ad esserci per essere. Turbinio di sospiri e attenzioni, equilibri, rigori. Mentre lentamente sorge la non più latente immagine del lago cristallino della conoscenza stillante gocce di fresca rugiada.
    Grazie per il tuo passaggio da me.
    A presto.

  5. Scrissi commentandoti che il tuo è un modo speciale di scrivere, perché attraverso le parole si possono vivere delle esperienze. Entro raramente loggato per leggere, a volte proprio per non commentare. Non fraitendere non è apatia, ma certe esperienze, si traducono male in parole ed è troppo sciocco fermarsi a dire “bello” o “brutto”. E’ vero però che dovremmo manifestare le nostre emozioni, far sentire che ci siamo, ed io, pur leggendo poco di pochissimi in questo pecco. Su dryeyes, scrivo poco è spesso di cose perdute, vissute oramai con meno sofferenza, ma con turbamento. Stò percorrendo la mia strada più intensamente, con gli stessi occhi, ma più disponibile, più aperto, più vivo. Ti ringrazio davvero, perché non mi hai mai detto alla fine di un commento “vieni nel mio blog, c’è qualcosa di nuovo!”. 1 forte abbraccio

  6. Scrissi commentandoti che il tuo è un modo speciale di scrivere, perché attraverso le parole si possono vivere delle esperienze. Entro raramente loggato per leggere, a volte proprio per non commentare. Non fraitendere non è apatia, ma certe esperienze, si traducono male in parole ed è troppo sciocco fermarsi a dire “bello” o “brutto”. E’ vero però che dovremmo manifestare le nostre emozioni, far sentire che ci siamo, ed io, pur leggendo poco di pochissimi in questo pecco. Su dryeyes, scrivo poco è spesso di cose perdute, vissute oramai con meno sofferenza, ma con turbamento. Stò percorrendo la mia strada più intensamente, con gli stessi occhi, ma più disponibile, più aperto, più vivo. Ti ringrazio davvero, perché non mi hai mai detto alla fine di un commento “vieni nel mio blog, c’è qualcosa di nuovo!”. 1 forte abbraccio

  7. Ieri sera, lessi il tuo post, ma non lasciai parole…
    non subito, dovevo pensare…
    Sono andato poi nel mio terrazzo e sovrapensiero
    ho iniziato nel buio a guardare le stelle,
    man mano che scrutavo il cielo pensavo,
    pensavo che la luce che arrivava di ogni singola stella
    era un raggio di luce che prima di pervenire a me
    aveva percorso centinaia di milioni di chilometri,
    ciò che vedevo era il passato di quelle luci,
    il bagliore di una cosa già accaduta
    ma che perveniva a me solo in quel momento.
    Poi ho ripensato a te, a ciò che scrivi e come lo scrivi,
    a come affiora nella tua mente
    e come perviene a chi come me ti legge.
    La sensazione è stata la stessa.
    Ho l’impressione di leggere ogni volta tra le tue righe,
    la luce che hai emesso molto tempo prima.
    Quel senso di distanza universale
    che è lì per essere ammirata nel silenzio dello spazio infinito.
    Con lo stesso fascino dell’irraggiungibilità fisica.
    Era da tempo che cercavo il modo di esprimerti
    il mio pensiero su come ti vedo, Fly.
    Il vederti brillare come una stella, inarrivabile…
    inarrivabile perché non vi è modo di viaggiare così lontano per l’uomo…
    nello spazio e nel tempo…
    Eppure, Tu..
    con la tua luce arrivi fin qui..
    Sei veramente splendida.. in modo assoluto.
    Un bacio.

  8. Ciao Fly, la mamma va decisamente meglio e spero presto ritorni a casa , così io posso riprendere a girare tra i blog leggere e commentare i post degli amici, ora proprio mi manca il tempo materiale e la sera sono talmente stanca che non riesco a stare al pc, ma questa sera un salutino volevo lasciartelo.

    Un abbraccio!

  9. Più leggo parole come le tue e più mi rendo conto che scrivere è davvero una dote … credo che neppure fra cent’anni potrei avere la capacità di buttare giù pensieri scritti come fai tu .. hai una capacità di rendere in parole ciò che senti che mi trova impreparata … e’ da ieri che torno a leggere queste righe ma non riesco a dire che ne rimango affascinata e senza parole ….

  10. Buongiorno Fly, ieri a mamma hanno ripetuto degli esami (ecocuore e radiografia torace) per confrontare i risultati con quelli fatti al momento del ricovero, io credo che se la situazione è migliorata se non oggi forse lunedì la dimettono…speriamo.

    Un saluto e buona giornata!

Lascia un commento