Ottobre

I_Am_October_by_SIADarkDrop.jpg

 

Ignudi cieli d’Ottobre

d’imperdonabile bellezza.

Tramonti dipinti a mano

da petali  di papavero

volati via con le farfalle…

 

Voci di spighe falciate

grappoli d’uva  nei filari

foglie accaldate e stanche

stropicciate di sonno rosso

nel vento dei mattini bigi

 

Sfido stagione e i riti

Piedi bagnati nei sandali

brividi sotto i golfini

bruma inspirata in gola

e nei sorrisi  sbiaditi. 

 

Chino il capo e lo sguardo

all’ore corte della sera

dita lunghe accartocciate:

Non voglio cedere al tempo

 la mia pelle d’estate….

Ottobreultima modifica: 2009-10-02T23:45:00+02:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

17 pensieri su “Ottobre

  1. Che meraviglia questo post,le parole sono legate con l’immagine come ad espandere ancor di piu’ il senso del concetto che hai espresso,ma ti devo dire anche un’altra cosa, l’estate e’ meravigliosa, ma tra un po’ ti accorgerai che tutte le stagioni hanno la propia bellezza e la loro importanza
    BELLO….BELLO…BELLO..QUESTO POST
    UN ABBRACCIO SORRIDENTE

  2. Molto belli i tuoi versi. Ho già scritto da qualche altra parte che se non fosse per i colori, abolirei l’autunno, preludio al freddo, alla lana, ai giacconi, alla non libertà di movimento. Ma dal primo gennaio si può ricominciare a pensare all’estate. Anzi, pensiamoci fin da adesso. Ciao…

  3. Bentrovata e grazie per la visita e il commento al mio post, bello il tuo blog e i tuoi versi, mediati dall’anima e dal cuore, ottobre e le foglie gialle sono come la pelle che invecchia e muta col mutare delle stagioni, ma dentro qualcosa non invecchia e non muta……Tornerò a visitarti.
    Un abbraccio
    Shulung il Drago

  4. la stagione dipinge il paesaggio
    il tempo si raffigura in spazio
    gli ultimi residui della grande abbondanza
    colorano ancora gli orti
    i vigneti, i piedi dei castagni
    inizio autunno o fine estate…
    un dilemma per la pelle
    avessi ancora la mia pelliccia da scimmione
    potrei sdraiarmi anche sulla neve

Lascia un commento