Respiro prematuro

spaziobianco.jpg

Respiro prematuro

 

Sono la mano di felce chiara

sul tuo petto coricato supino:

Una carezza sospesa a mezz’aria.

 

La bruma all’alba adagiata sull’acqua

ascolta sottile il fiato del fiume

assopito, sotterraneo, nel letto di ghiaia

emerso dal ventre della terra, improvviso.

 

Vorrei non avessi peso, ne consistenza

sul tuo respiro che assecondo bendata.

Sprofondo come neve senza sostanza

sospinta dall’aria esalata

da labbra chiuse sul mento.

 

Il soffio allontana l‘inverno

nello spazio bianco di un’urna di vetro:

tamburi assillanti

sordi al silenzio

nella landa di un mattino prematuro.

Sottili violini gemono esanimi

coperti da lenzuola di seta

risuonano in universi di vuoto vagabondo:

ricordi ancestrali

e note d’acqua evaporata.

 

L’inarrestabile scintilla di vita

solleva la mia mano emotiva

posata sulla tua anima matura

vestita d’ossa lunghe e incarnato sensibile:

conoscerà il freddo dei giorni veri,

il caldo delle notti artificiali

e chi, ora, non può stringerti a sé …

 

Respiro prematuroultima modifica: 2009-11-21T20:18:00+01:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

30 pensieri su “Respiro prematuro

  1. Mi piacciono le tue composizioni, oltre al contenuto anche per la “musicalità” 😉 Il finale è aperto a diverse interpretazioni, io ci leggo la speranza, poiché tutto ciò che passa alla vita è sempre positivo. Anche se, inevitabilmente, dovrà affrontare pure giorni freddi…

  2. La sento forte dentro questa tua. Io che prematuro lo sono stato eccome.
    C’è tristezza in questa poesia ma anche, alla fine, un trionfo della vita che è sempre più forte.
    Trovo la prima parte anche estremamente musicale!
    Sei sottile e profonda allo stesso tempo: come sempre e anche più!
    ti abbraccio
    Daniel

  3. Teneramente sospeso in una lieve malinconia, il tuo componimento poetico è come un fiume in piena di immagini reali, immaginifiche e simboliche che colpiscono e intrigano: poesia d’amore, poesia di vita, di sentimenti veri, quelli che tutti noi conosciamo e viviamo ma che tu sai tradurre così bene, perfettamente a tuo agio nel linguaggio e nelle idee.
    Gradevolissimo rileggerti,
    Hyeronimus

  4. le tue poesie sono una più bella dell’altra … hanno una vena malinconica … ma sicuramwente sono lo specchio del tuo sentire e mi auguro che ci sia un giorno dove potremo perderci nei sorrisi di una donna dolce e tanto profonda…. Buona giornata Fly

  5. Per quanto io non so chi sia il destinatario dell’ultimo verso, per quanto immagino altra intenzione da quella che io posso leggere nei tuoi versi, questa tua poesia mi colpisce perchè ha quel qualcosa che dovrebbe avere la poesia: è sufficientemente vaga e sospesa nelle emozioni che ciascuno può vestirla su di sè e su svariate situazioni.
    Le annotazioni tecniche le tralascio.
    Brava

    Cristana

  6. …..`|
    …..).(
    …..|.|…../?*?
    …. |.|….(/.`…}.)
    …..|.|….^/.^`}.§??
    ……….=….(.{..)?
    …………’-,..(…§(??
    ………._.’…..(.(..(??
    ……….-‘…….(..§.( §?
    ………/.’-.’…..).(..({?(
    ………_(……(._;/.§?
    …………’-‘#`-?/….?
    ………..)….#…(…/./
    ………/##….##././
    ………###..####*/
    ………#########*
    ………*########*
    ………..*######*
    …………..*#####*
    …………….*####*
    ……………….*###*
    …………………*###*
    ……………………*##
    …………………….*##.
    ……………………#####.
    ……………….##########
    ………………####*__*###

    saluti a te solo da me.

  7. ————–_.;_’-.
    ————-{`–.-‘_,}..
    ———–.-{; ,__.-‘/}
    ————-{.’-`._;-‘;.
    ———.—-`’–._.-‘
    —————-.-\,-“-.
    ———.——`-( ‘-.-.
    ————-.—–;—,/.
    ———-..—.-“”-;..~
    ————-/.-..-‘ )
    —..——–,—-‘` \..

    Vi auguro bella e piacevole serata

  8. ————–_.;_’-.
    ————-{`–.-‘_,}..
    ———–.-{; ,__.-‘/}
    ————-{.’-`._;-‘;.
    ———.—-`’–._.-‘
    —————-.-,-“-.
    ———.——`-( ‘-.-.
    ————-.—–;—,/.
    ———-..—.-“”-;..~
    ————-/.-..-‘ )
    —..——–,—-‘` ..

    Vi auguro bella e piacevole serata

  9. saggiarne il moto…il calore…nella impercettibile presenza, celata, filtrata da ectoplasmatiche apparizioni quanto mai fisiche…quanto mai sensibili al calore di un sentire interiore, spirituale, statico…che si espande in regioni mistiche…detentrici di una ragione consona, ricercata, desiderata. Contatti che sciolgono e trasformano…incorporano ed assimilano un fiato…di un essere…di un universo esteso che racchiude tutti … sottendendoli a percezioni di uomo…da uomo…in una vita moltiplicata dalla vita. Resa viva dal movimento continuo di un fiume sempre rinnovato…per noi acquisirne gli effluvi lasciando che trasporti noi stessi in foci frastagliate di verità poliedriche. Evaporazioni gasate risalenti in sensazioni spirituali di conoscenze dell’anima…relazioni di un’anima col resto del mondo…in una stretta mancata…fugata dal tempo…distolta da te.

    …come il suono di un violino…tira il fiato e lo lascia in sospeso…ti abbraccio Fly

Lascia un commento