Un volto…

Enigma__by_Morgana88.jpg

Un volto…

 

Vestibolo vigile

di tabernacoli eclissati

con la vita concava

affrescata nel calice d’oro.

 

Forgiato nel vento di rotte antiche

tracciate come croci sulla fronte

vagate nelle notti insonni

e nella vocazione giovane della fine.

 

Incarna stelle senza nome,

danzanti  in ellissi di cieli applaudenti:

Salomè e  teste rotolanti

Orbite scritte da eterna memoria.

 

Conosce l’amore, petali di rosa  

nelle pieghe delle labbra

e sulla  pelle,  tra lenzuola d’anima

sotto  i denti, le spine e  il disincanto.

 

Ad occhi chiusi,  indaga il senso del dolore  

come un inverno d’estate.

ed il fuoco inestinguibile della  vita

nel ventre dell’oceano.

 

Percorre il tempo delle viole lungo la guancia

raccogliendo menta selvatica all’ombra dei pini.

Anela il calore della mano e la sete dell’acqua

come una ferita della terra tormentata.

 

Carezze sospese sul collo nudo

Estasi bianche di morte e resurrezione

All’angolo della bocca:  parole increspate in spasimi,  

cantate nel silenzio di un cuore solo

 

Nato dall’Arte feroce dell’Amore

 

…. Un volto …

 

Per tutti i volti che abbiamo incrociato… per coloro che pur non avendo un volto sentiamo vicino…

per un volto… rimasto scritto nell’anima…

GRAZIE!!!

Buon Anno a tutti…

Un volto…ultima modifica: 2009-12-29T09:38:00+01:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

17 pensieri su “Un volto…

  1. Entro in punta di piedi, Fly
    ti porto il mio saluto e un grazie..
    per aver portato in questo anno che è trascorso
    la tua intimità più profonda facendolo con grazia
    e delicatezza infinita.
    A questo mondo le persone come te, fanno solo un gran bene..
    Spesso a questo tuo essere parte di questo mondo ma con occhi rivolti a orizzonti
    così ricchi di quiete e trasparente garbo.
    Oggi penso di poterti definire.. un’ “anima delicata”…
    sii sempre così, Farfalla fragile… esattamente.. così come sei..
    Un abbraccio con tutto il cuore.
    e soprattutto, grazie per esserci.
    Con affetto sincero.
    Apriticuore

  2. Mia cara…..
    è splendida… ci sono immagini qui sgorganti direttamente dalla fonte sacra dell’ispirazione.
    Sono incantato.

    Credo il nostro volto dica tantissimo di noi… a chi lo sa osservare davvero….
    Hai mai ascoltato “Fisiognomica” di Battiato? Ti piacerebbe molto.
    Il tutto sta nel capire come l’anima agisca sul corpo….. con quali meccanismi.. il fatto che ci sia un’ingerenza mi pare ormai ovvio.

    Ti abbraccio poetessa filosofa
    Daniel

  3. Ti chiedo scusa se arrivo solo oggi
    ad augurarti un dono di serenità in queste festività…
    Il mio natale è stato speciale.. un po’ doloroso…
    l’amare nella gratuità è poggiare la tenda della solidarietà
    nelle periferie dell’essere di ciascuno
    condividendone gli echi di ogni grido di liberazione!
    Auguri!

  4. …ognuno di noi è ciò che è nel momento in cui lo è. E continueremo ad esserlo se Dio vorrà…per il susseguirsi dei giorni e delle occasioni…e degli eventi che potrebbero mutare il nostro cammino…renderci un essere diverso…pur rimanendo noi stessi. Ed allora siamo quel che siamo infrangendo le regole dei canoni, o uniformandoci ad essi nella debolezza…talvolta…di quello che siamo …comunque. Controcorrente spavaldamente, ostentando forza che spaventa l’avversario pur sempre rimanendo noi stessi. Tu…io…siamo quelli che siamo in un mondo di individui che sono ciò che sono…impotenti al cambiamento non voluto…quando possibile….necessario…storia delle vite. Occhi appanati dall’umido di sere uggiose…umidi anche per lacrime occorrenti…riguardando ai tempi di un passato non vissuto. Noi siamo. Ora e per sempre. In quel verbo al presente è insito l’infinito. E l’infinito non è al futuro, ma al presente. Perché l’infinito è ora, mai, sempre.

    ….ritorno per altro cibo di te…

    ti abbraccio…

  5. Si cara , ho inaugurato l’anno nel migliore dei modi, cambiamenti e conquiste di altre parti di me mi attendono, e se anche so che avro’ da lavorare molto mi metto in gioco buttandomi in un’esperienza che mi hanno proposto, da prima non accettata totalmente, ma riflettendo ho capito che sara’ l’occasione per migliorare e migliorarmi,ho bisogno di tenacia,buona volonta e testardaggine che non mi mancano, anche se non so ancora perfettamente di cosa si tratta esattamente, so che con lo spirito che avro’ nonostante le difficolta’ che incontrero’ raggiungero’ l’obiettivo, sento dentro di me una forza che mi spinge a riscattare tutta la sofferenza che ho vissuto e come fuochi d’artificio colorati voglio vedermi brillare nel cielo
    E prego Dio che mi aiuti a realizzare il mio sogno

  6. La nostra esistenza è fatta di volti..
    volti che ci hanno accompagnati sulla nostra strada, a volte dandoci la mano facendoci sentire sicuri, a volte insicuri …facendoci sperimentare le nostre paure per darci nuova forza
    A volte volti inesistenti…per dare forma ai nostri sogni piu’ dolci alle nostre illusioni piu’ vere
    Volti di desideri che si trasformano dove la nostra essenza ci indica una nuova strada da percorrere
    con luce nuova che si accende in questo anno che comincia
    un abbraccio

  7. Si odono delle grida sorde…ma ben distinte e nette…in una calma tempesta perfetta…osservando…descrivendo quel volto rimasto scritto con inchiostro di sangue sulle pagine di un’anima ripiegata su sé stessa…come le foglie al repentino cambio di umore del tempo…escursione termica istantanea…della vita che ci vive. Paradossi evidenti e posti agli antipodi di certa terra…petali di rosa…spine e disincanto…per aver depositato l’anima in un’anima, per aver cercato l’intersezione giusta…la propria collocazione. Ogni pulsione era efficace…reattiva…rispondente…ed il correre del vento aveva ripreso nel suo fulgore…impavido di rocce e costoni…correnti ascensionali e isole vaganti…ogni opposizione risultava efficace per ingigantire la sua leggiadria…la sua magnificenza che otteneva gloria dalle genti…adorazione dai sassi. La sua bellezza lo corruppe. Si illuse di essere l’unico artefice di tale bellezza…ritenne che la sua forza fosse soltanto sua…ed il suo sguardo volò altrove…distraendosi dall’anima dalla quale ricevette l’incastonatura…gemma preziosa fra gemme preziose…dimèntico del suo valore dipendente da altro valore…sogghignò al regno che l’aveva reso regnante…non accorgendosi delle richieste…del bisogno di calore della mano lungo la guancia…cieco al dolore partorito…sentito…provato…di parole increspate in spasimi…cantate nel silenzio di solo un cuore…che mirava…dolcemente…attendeva…strenuamente…capiva…dolorosamente. Ma Salomè torni…danzatrice di storie…si riveli in un ballo propiziatorio…mostri le sue forme attraverso i veli trasparenti…per attirare parole nuove…freschezza d’amore…genesi di vita…sempre…mai cancellando…quel volto scritto…

    confesso…mi sono emozionato…leggendo e rileggendo e commentando….

    quadro d’autore.

    oggi un sorriso per te…

Lascia un commento