Golgota

03.jpg

Menti senza crani

Gremiscono l’aurora

Folli impauriti

da falò sotto la luna.

Una corona di spine

cinge sovrana  la terra.

Cadono  piogge di petali

da ciliegi senza primavera.

Radiazioni contaminano

l’oscura notte dell’anima.

Non può sorgere  il sole a Levante

e Il vecchio continente

non può vedere rossi tramonti.

Senza la luce del meriggio

sanguigni uomini carnefici

non riconoscono se stessi

nelle vittime del massacro.

Tradita da nucleari battaglie

la vigna non porta frutto;

Il mezzogiorno versa

sangue come vino stantio.

Territori dimenati e squarciati 

divorano acque insanguinate.

Specchi di luce nelle tenebre

si spengono le stelle:

Imploriamo un nuovo sole

a fecondare una terra

senza oceani ne catene:

Affinché semi affondati  nei mari

possano germogliare continenti.

L’antico spirito sepolto

possa essere linfa verde di luce.

I risvegliati condurranno

le danze sopite nei cuori

Le mie mani stringono le tue

sento  lo stesso prurito

sulle stigmate mai guarite.

La croce invecchia sul Golgota

ma dietro la pietra scostata

una veste bianca radiante

abita la nuova Vita

nei cuori  trafitti dai  rovi

solo sopita nella carne:

 

la resurrezione vicina!

Golgotaultima modifica: 2011-04-08T13:51:00+02:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Golgota

Lascia un commento