All’ asta

g.jpg

Sogni all’asta

di  false eroine.

Lasciami sotto la terra

ad ascoltare i tuoi passi

Prenditi i miei occhi

per scavare pozzi neri.

Le attese sono dipartite.

La realtà e la menzogna

S’ accompagnano per mano

testimoni di bugie vere

per svelare ciò che non siamo

Pensieri  furibondi

vorrebbero sentire

la pelle sotto le unghie

Strangolare le vene

in grumi  di sangue

invece si strusciano

le labbra con carta vetrata

per  ferire meglio con le parole

che con  la spada ..

Vorrei sentirmi strappare

il cuore dal petto

con un bisturi vero

perché la recisione

non è più atroce

del  pensiero ossessivo

della morte

tra le tue mani.

 

 

 

 

All’ astaultima modifica: 2011-05-25T13:13:05+02:00da darumafly
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “All’ asta

  1. Mia cara…
    questa poesia sembra costruita per ferire. E riesce nel suo scopo benissimo. Ma la trovo ugualmente incantevole. Ci sono immagini straordinarie… mi piacciono moltissimo i due passi:

    Lasciami sotto la terra ad ascoltare i tuoi passi
    Prenditi i miei occhi per scavare pozzi neri

    Li trovo di un’efficacia incredibile. Il dolore sa trovare un modo perfetto di esprimersi e confessarsi nelle sue parole. Sono certo che questo sia il primo passo per superarlo. Lasciarlo uscire nella poesia.

    Grazie
    Ti abbraccio
    D

Lascia un commento