Fine estate

Fine estate   File di grilli rosa vestiti col frac muti d’effervescenza sobria e sparsa in coppe pendule di gigli amaranto   Crepuscolo d’oro di sogni insonni terreni  fiaccati da messe falciate sulla bocca residui aridi  di baci   Canestri di lune riposte nel cuore caldo solo il ricordo del tramonto afflato esanime di sciami sfioriti.