Life after life

Le palpebre potevano essere cucite tra loro. Serrate irrimediabilmente dalla forza sovrumana di un destino feroce. Ma il mondo si disegnava, sulle pareti della sclera. Proiettate nell’oscurità dei sensi immagini di un film senza sonoro. Venivano concepite da un cervello bradipo galleggiante  in un mortale veleno. Tutto era caldo intorno i colori, l’incenso e la luce tremolante delle fiaccole. Sentivo … Continua a leggere