Respiro prematuro

Respiro prematuro   Sono la mano di felce chiara sul tuo petto coricato supino: Una carezza sospesa a mezz’aria.   La bruma all’alba adagiata sull’acqua ascolta sottile il fiato del fiume assopito, sotterraneo, nel letto di ghiaia emerso dal ventre della terra, improvviso.   Vorrei non avessi peso, ne consistenza sul tuo respiro che assecondo bendata. Sprofondo come neve senza … Continua a leggere