voce senza parole

Mi inerpico nella voce, saltellante camoscio scuro in cerca di un guado tra rocce ruvide di storie sbagliate. Tremano le corde vocali, vibrisse di felini, ancorate in artigli di parole strozzate nella fenditura di occhi gialli. Mi insegue il respiro invadendo di senso scuro quel solletico di acque che salgono inesorabili fino a sommergere la terra e le formiche.